Lentini, stipendi pagati ai comunali: emergenza rinviata di un mese

LENTINI. Emergenza solo rinviata. Pagati gli stipendi di marzo ai dipendenti del comune di Lentini. La notizia si è diffusa, ieri mattina, poco dopo le 8,30, quando la Banca popolare di Ragusa ha erogato i primi stipendi ed effettuato i bonifici bancari ai duecentoventi dipendenti comunali, agli operatori ecologici e agli operai della ditta che effettua le pulizie degli edifici scolastici. Resta da vedere come si provvederà per quelli di aprile, maggio e giugno, in quanto si aspetta la decisione del giudice esecutore della sentenza dell'ordinanza del giudice delle esecuzioni che ha bloccato quattromilioni e trecento mila euro nella Tesoreria comunale per pagare un debito all'avvocato Federico De Geronimo per un esproprio di un terreno avvenuto nel 1988.
Gli stipendi dei lavoratori di Palazzo Scammacca sono stati pagati con somme arrivate dal trasferimento di fondi regionali. "L'ordinanza del giudice non ha sbloccato gli stipendi e l'attività dell'amministrazione - ha detto il segretario della Silpol Giuseppe Ragaglia - non è stata incisiva nei confronti della Tesoreria comunale. Lo sblocco degli stipendi del mese di marzo non ha risolto il problema che rimane sino a quando il Comune non chiuderà questa vicenda con l'accensione del mutuo presso la Cassa Depositi e prestiti. Viviamo una situazione di disagio per i ritardi in cui vengono accreditati gli stipendi e per la mancata erogazione dei servizi ai cittadini".
"In diverse occasioni - ha aggiunto il segretario della Cgil Angelo Magnano - abbiamo sollecitato l'amministrazione comunale ad approvare il bilancio di previsione, ma fino adesso nessuna risposta. Le nostre famiglie potrebbero rimanere senza stipendio per tre o quattro mesi se non si approverà il bilancio di previsione". Il sindaco Alfio Mangiameli, dopo l'approvazione del piano triennale delle opera pubbliche ha dato incarico ai dirigenti di predisporre il bilancio che dovrà essere approvato dalla giunta e dal consiglio comunale in brevissimo tempo. "È una città in ginocchio - ha detto il consigliere comunale Stefano Battiato - i servizi a causa del blocco delle somme della tesoreria non vengano erogati a discapito dei cittadini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati