Pachino, Bruno "in corsa" per la carica di sindaco

PACHINO. Roberto Bruno ha sciolto le riserve: correrà per lo scranno più alto del palazzo municipale di via XXV Luglio con una “piattaforma trasversale”. Ieri mattina la coalizione “Insieme per cambiare Pachino” ha scelto il consigliere comunale del Partito democratico per la corsa a sindaco in occasione delle prossime elezioni amministrative del 25 maggio. A sostenete Bruno ci saranno il Partito democratico, Nuovo Centrodestra, Sinistra ecologia e libertà, e i movimenti civici “Io cambio Pachino”, “Gente comune”, “Pachino città futura” e “Movimento per l’estremo sud” che correrà insieme a Cantiere popolare di Saverio Romano.
«Noi vogliamo – ha spiegato Roberto Bruno - diventare protagonisti di una stagione di rinnovamento improcrastinabile viste le condizioni che versa il territorio. La mia è una candidatura trasversale perché vogliamo raggiungere l’obiettivo di riuscire a ragionare con i cittadini, indipendentemente dalle etichette politiche». Alla presentazione della candidatura hanno partecipato Andrea Rabito, leader cittadino di Nuovo Centrodestra, e Nino Campisi, di “Pachino città futura”, che hanno rinunciato alle loro ambizioni di candidatura per sostenere Bruno. C’erano anche Andrea Nicastro, Teresa Nicastro, Joe Frasi, Paolo Dipietro e Marco Lao. La scelta di mettere assieme Pd, Ncd e le civiche vuole anche ricalcare il modello governativo proposto dal premier, Matteo Renzi. Diverse le priorità che sono state sviscerate e che faranno parte del programma.
«Vogliamo una città pulita – ha continuato Bruno -, equa, attiva, che produce, quindi grande attenzione alle forze produttive e una città che accoglie, quindi lo sviluppo del turismo. Vogliamo lavorare sulla riduzione delle tasse, sul rilancio dell’agricoltura e del settore artigiano, sul settore turistico e dare una svolta alla gestione dei rifiuti». Nonostante le idee chiare su chi guiderà la coalizione alle elezioni amministrative, non ci sono preclusioni riguardo altre adesioni ed allargamenti. «Una coalizione che continua a rimanere aperta – ha concluso Roberto Bruno - soprattutto agli apporti dei cittadini: noi ci vogliamo alleare con la coscienza dei pachinesi onesti. Questo è un progetto politico che parla a tutti i pachinesi in qualsiasi forma vogliano partecipare». Potrebbero far parte dello stesso progetto anche il Centro democratico e il gruppo che fa capo al legale, Salvatore Lucenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X