Tutti d’accordo a Noto: Alberto di Monaco sarà cittadino onorario

Siracusa, Archivio

NOTO. Tutti d'accordo (o quasi): in consiglio comunale ieri sera è passata la proposta di conferimento della cittadinanza onoraria al principe Alberto II di Monaco. Il voto unanime dei presenti - Salvo Veneziano, consigliere d'opposizione di Noto Nostra, per nulla soddisfatto dell'iniziativa, subito dopo aver manifestato il suo disappunto e prima dello scrutinio, ha lasciato l'aula -, ha posto fine alla lunga disputa sull'opportunità o meno di conferire l'onorificenza al capo dello Stato monegasco. In aula, contrariamente a quanto ci si aspettava - specie dopo le dichiarazioni al vetriolo rese dagli ostili alla vigilia -, è mancato il colpo di scena: solo Veneziano, già riluttante alla concessione dell'onorificenza conferita appena due settimane prima a sua altezza reale don Pedro di Borbone delle due Sicilie e Orlèans, duca di Noto, ha abbandonato i lavori. L'opposizione e anche Aldo Tiralongo (Pd) si sono invece pronunciati a favore.
Eppure proprio il consigliere del Partito democratico all'indomani della contestata onorificenza a don Pedro di Borbone era stato chiaro e determinato suggerendo il ritiro della proposta di delibera. "Un'altra cittadinanza onoraria ad altro nobile: il Principe Alberto di Monaco. Evitiamo che il senso di sconcerto - sono parole di Tiralongo -, si tramuti in compassionevole ilarità: si ritiri l'atto". Ma nulla di tutto questo è avvenuto. Sarà stato l'intervento del partito o forse la riunione di maggioranza che ha anticipato la discussione in aula, a mettere pace tra favorevoli e contrari? Certo qualcosa sarà successo per mettere al sicuro il capitolo onorificenze. Niente sacrifici e, soprattutto, nessun colpo di scena.
Soddisfatto il sindaco Corrado Bonfanti secondo cui "la cittadinanza onoraria è stata conferita a due personaggi di primo piano e di rilievo internazionale. Don Pedro si è sempre contraddistinto per le sue lodevoli iniziative di solidarietà - dice il sindaco -, mentre il principe Alberto II di Monaco da tempo, con la fondazione a lui intitolata, è tenacemente in prima linea a difesa e salvaguardia dell'ambiente. E proprio il Capo di Stato durante la sua recente visita in città - ricorda il sindaco Bonfanti - ha manifestato la volontà di poter fare qualcosa per la nostra comunità. È noto a tutti il suo proposito di sostenere la causa dell'istituzione dell'Area marina protetta di Vendicari, importante elemento che integrerebbe la tutela della particolare zona umida." Caso felicemente chiuso: ora si attende solo di conoscere la data della cerimonia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X