Pachino, "reperti negli scavi per il metano": sopralluogo della Sovrintendenza

PACHINO. Tra gli scavi del metano spuntano dei probabili reperti. È accaduto venerdì mattina in via Garibaldi, nel tratto di strada adiacente alle abitazioni situate dietro la Chiesa Madre di piazza Vittorio Emanuele. Ancora la vicenda è poco chiara, poiché si vuole mantenere un cauto riserbo, ma qualcosa è già trapelato durante il fine settimana. Venerdì, infatti, mentre gli operai della ditta erano intenti a realizzare gli scavi per la conduttura dell'impianto di metanizzazione, avrebbero trovato qualcosa di insolito alla profondità di poco meno di un metro.
Prevalentemente sono emersi oggetti casalinghi, tra cui diversi piatti. Così i lavori sono stati arrestati e sul posto sono piombati degli esperti della Sovrintendenza ai Beni culturali di Siracusa. Nessuno se la sente, per il momento, di pronunciarsi sul ritrovamento. Qualcuno ha subito pensato ad un ritrovamento che potrebbe essere legato, in qualche modo, alla famiglia Starrabba, fondatori della città che erano proprietari e abitavano nelle strutture adiacenti alla Chiesa Madre. Non è esclusa anche l'ipotesi meno affascinante che possa trattarsi di oggetti che sono finiti sottoterra dopo le recenti ristrutturazioni, risalenti agli anni '70, delle abitazioni che danno su via Garibaldi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook