Noto, nuovi dossi artificiali vicini al pronto soccorso: subito scoppia la polemica

NOTO. Spuntano i dossi artificiali in via Dei Mille, nel tratto tra l'ospedale e via Del Calesse (che porta a san Corrado di Fuori), e con essi anche le polemiche. Per i contrari "sarebbero troppo vicino all'ingresso del pronto soccorso del Trigona e ciò finisce per rallentare la corsa dei mezzi di soccorsi o, peggio ancora, far sobbalzare i pazienti trasportati in ambulanza". Dal Comune respingono gli attacchi: "i dossi sono stati collocati nella parte alta di contrada san Giovanni, quindi al di là dell'ingresso del pronto soccorso del Trigona", spiega il sindaco Corrado Bonfanti. "I mezzi di soccorso, secondo una precisa statistica, in maggioranza arrivano dalla città, solo una parte irrilevante proviene dalla zona montana. Se i dati dovessero essere in controtendenza, saranno presi gli opportuni accorgimenti". A chiarire il ricorso ai dissuasori è il comandante della Polizia municipale Carmelo Marescalco: "Sono stati posti a seguito delle continue proteste da parte dei residenti - dice - per l'alta velocità sostenuta dai veicoli in transito lungo la strada. Contrada san Giovanni è una zona ad alta densità demografica dove sorgono il convento delle Benedettine con annessa la chiesa frequentata da tantissime persone, anche non residenti, e la Casa del Clero che raccoglie un intenso traffico. Il tratto di strada, in forte pendenza, assorbe un enorme volume di traffico, gran parte del quale è costituito da grossi autocarri, proveniente sia dalla strada statale 287 sia da via Del Calesse. I dossi - spiega il comandante - servono proprio a eliminare i reali pericoli per la sicurezza stradale e la pubblica incolumità".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X