Immigrazione, completati i soccorsi: in due giorni salvate 2.128 persone

Concluse nella notte le operazioni. Ieri tredici barconi in difficoltà. Condotti nel porto di Augusta
Siracusa, Archivio

AUGUSTA. Si sono concluse durante la notte le operazioni delle navi del dispositivo Mare Nostrum intervenute dal primo pomeriggio di ieri in soccorso di 13 barconi di migranti: 1.532 le persone complessivamente salvate dalle unità della Marina militare, in collaborazione con le motovedette della Guardia costiera e tre navi mercantili. Questi si aggiungono ai 596 migranti salvati dalle navi Grecale e Sfinge lunedì scorso, in arrivo stamani al porto di Augusta. In 48 ore le persone soccorse sono state dunque 2.128.

UNA VITTIMA A BORDO. A bordo del barcone soccorso stanotte dalla nave della Marina San Giusto è stato recuperato anche il corpo senza vita di un migrante - circa 400 quelli a bordo - mentre una persona con grave insufficienza respiratoria, causata dall'inalazione di vapori di idrocarburi nel barcone in cui viaggiava, è stato prelevato da l'elicottero e trasportato a Catania.  Anche la causa del decesso, spiega la Marina, è da attribuire "a intossicazione da esalazioni di vapori di idrocarburi". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X