Rosolini, la cava utilizzata per bruciare pneumatici, scatta il blitz degli agenti

SIRACUSA. Una cava in territorio di Rosolini utilizzata per incenerire abusivamente tonnellate di pneumatici usati. E non solo. Uno smaltimento che riguarderebbe cavi elettrici, guaine e autovetture rubate. Un vero e proprio scempio ambientale quello che è stato rinvenuto dagli agenti del comando di vigilanza ittica “Fipsas”, Corrado Occhipinti e Sebastino Spada, che il 9 marzo scorso sono stati impegnati in un’azione di controllo del territorio a seguito di alcune segnalazioni di automobilisti che lamentavano la presenza di pneumatici lasciati nelle vicinanze della strada che collega Rosolini alla vicina contrada Timparossa. E sono state proprio quelle segnalazioni che hanno dato il via libera alla scoperta eclatante.
UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati