Siracusa, l'ex deputato regionale Gennuso s'incatena per protesta

SIRACUSA. «Ho notificato nei giorni scorsi l'atto di ottemperanza alla sentenza del Cga che impone la ripetizione delle elezioni in nove sezioni nella provincia di Siracusa. Mi attendo che il presidente della Regione Crocetta adempia a quanto previsto nella sentenza ma, in difetto, auspico che così come accaduto per la Regione Piemonte, sia nominato un commissario ad acta che dia esecuzione a quanto, in maniera inappellabile, ha stabilito il Consiglio di giustizia amministrativo». L'ha ribadito stamane l'ex deputato regionale, Pippo Gennuso, che per dare più forza alla sua protesta, che conduce ormai da diversi mesi, si è incatenato davanti all'ex palazzo di giustizia di piazza della Repubblica, a Siracusa. Con lui anche alcune decine di sostenitori che lo stanno seguendo in questa sua battaglia. Il Cga nelle scorse settimane ha disposto la ripetizione delle elezioni regionali dell'autunno 2012 in nove sezioni tra Rosolini e Pachino, nel Siracusano, dopo che la presente disposizione di riconsegno dei voti non era stata possibile, considerato che alcuni plichi con materiale elettorale erano andati distrutti dopo un allagamento verificatosi a novembre dello scorso anno nel deposito del Tribunale nuovo di viale Santa Panagia dove erano custoditi. Gennuso, inizialmente dato per rieletto, a meno di 24 ore dallo scrutinio si trovò invece fuori dall'Ars per un centinaio di voti. Gennuso ha anche annunciato che da martedì prossimo sposterà la sua prostata Palermo, incatenandosi davanti agli uffici della Presidenza della Regione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook