Telefonia mobile, un piano per la «Valle degli Iblei»

SIRACUSA. Un piano per la telefonia mobile per i sette comuni dell'unione "Valle degli iblei", Palazzolo, Buscemi, Ferla, Cassaro, Sortino, Canicattini e Buccheri. Ad adottarlo è stata la giunta dell'unione durante l'ultima seduta su proposta dell'assessore all'Ambiente Luca Russo.
"La proposta - osserva Russo - nasce dall'esigenza di assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti di telefonia mobile e minimizzare l'esposizione della popolazione dei Comuni ai campi elettromagnetici". In base alla normativa solo se i Comuni si dotano di un piano possono partecipare alle decisioni che vengono adottate per l'istallazione delle antenne, indicando i siti ed evitando quindi che possa esserci una diffusione "selvaggia".
Tanti sono stati i comitati spontanei che si sono costituiti contro l'installazione di nuovi ripetitori. "È intenzione di questa Unione - rileva il presidente Michelangelo Giansiracusa - coinvolgere nella redazione del piano anche i Comuni contigui, quali ad esempio Noto, Francofonte e Melilli, al fine di evitare che i gestori installino le antenne, in modo incontrollato". Verrà adesso avviata un'indagine di mercato per quantificare il costo della redazione del piano per i Comuni che fanno parte dell'Unione e degli altri che vi aderiranno. (*FEPU*)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati