Avvelenati con bocconi di carne, cinque cani uccisi a Canicattini

Siracusa, Archivio

CANICATTINI. Cinque meticci sono stati uccisi dopo aver ingerito della carne contenente pesticidi in contrada Cavasecca, una zona non lontana dal centro abitato di Canicattini in cui sorgono numerose villette. A scoprire l'accaduto, martedì, è stato un automobilista, che, percorrendo la strada che porta a Cassibile, a ridosso della "Maremonti", ha notato la presenza di un cane riverso a terra. Ad uccidere il meticcio per avvelenamento, insieme ad altri quattro cani, sarebbe stato il contenuto di varie ciotole ritrovate nelle vicinanze. Sul posto, dopo la segnalazione di alcuni residenti, sono giunti i rappresentanti dell'associazione "Amici per la coda" ma anche i medici del servizio veterinario dell'Asp, che hanno portato via i cani e le ciotole per analizzarne i residui di cibo. La speranza, ora, è che gli inquirenti possano individuare i responsabili del crudele gesto attraverso un'indagine volta comprendere chi, nella zona, utilizza quel tipo di fertilizzante. «Si trattava di cani buoni e inoffensivi, - ha detto una residente della zona - uno di loro, per fortuna, un cucciolo, si è salvato perché non ha ingerito il cibo avvelenato». «Si tratta dell'ennesimo atto vile che rischia di restare impunito, - hanno spiegato i volontari di "Amici per la coda” - ma ci appelliamo alla sensibilità delle persone oneste affinchè, attraverso le loro indicazioni, si possa risalire all'autore di quello che è un atto inqualificabile». Non sembra esservi alcun collegamento, comunque, tra l'uccisione dei meticci e l'aggressione subita la settimana scorsa da un operaio di Canicattini, ferito da un branco di cani. MA.PE

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook