Avola, la doppia corsia in via Siracusa: sarà il Comune a finire i lavori

Siracusa, Archivio

AVOLA. Sarà l'amministrazione comunale a completare delle opere mancanti il progetto di viabilità in corso d'opera del raddoppio stradale di via Siracusa, realizzato dalla società privata che poco distanze nella stessa carreggiata sta costruendo un nuovo supermercato alimentare della catena nazionale "Penny Market". Dal progetto esecutivo approvato dalla precedente amministrazione comunale circa tre anni fa per l'opera viaria, le cui spese li dovrà pagare la società privata a seguito dell'accordo stipulato tra Comune e la stessa impresa commerciale in cambio degli oneri concessori che avrebbe dovuto pagare all'ente pubblico, si è scoperto adesso che lo stesso progetto viario della doppia corsia in un tratto della carreggiata prima e dopo l'intersezione della rotatoria di via Falcione e via Giovanni Paolo II, è mancante sia della palificazione dell'illuminazione pubblica che di marciapiedi.
Lavori che a quanto pare l'impresa commerciale non intende realizzare, in quanto non previsti dall'accordo di concessione urbanistica. Opera viaria che per la verità fino allo scorso anno era ufficialmente "saltata" per l'annunciato fallimento della stessa società commerciale milanese, la quale aveva prima abbandonato il progetto della struttura di Avola, sulla quale poi a fine ottobre scorso è intervenuto direttamente e con diversi solleciti il sindaco, con i responsabili della società, permettendo l'avvio dei lavori dall'inizio di quest'anno del raddoppio della carreggiata. Riuscendo alla fine a garantire i lavori concordati negli anni scorsi con la società commerciale. Ma per completare l'opera adesso è necessario la realizzazione dei marciapiedi e l'illuminazione pubblica, i cui costi degli ulteriori lavori saranno a carico del Comune, come spiega il sindaco Cannata: «Ho già dato indirizzo politico agli uffici di studiare e verificare i costi necessari per l'illuminazione, valutando l'ipotesi di utilizzare i fondi corrisposti al Comune dall'impresa che ha in gestione i pannelli fotovoltaici negli edifici pubblici» «Per la realizzazione dei marciapiedi - spiega inoltre Cannata - stiamo facendo un calcolo per utilizzare le somme per investimenti sia del bilancio comunale che fondi regionali. Il tutto con l'obiettivo di realizzare e completare al meglio gli ingressi della città, puntando a rinnovare e riqualificare assieme alla rotatoria di ingresso al lungomare, lungo la Statale 115. Si può dire che questa opera del raddoppio della carreggiata di via Siracusa, la inizio e la finisco io. Sono interventi in ogni caso che vanno nell'ottica di abbellire e rendere più accogliente sia in chiave turistica che di immagine l'ingresso della nostra città, compresi i lavori di riqualificazione in corso sul lungomare Tremoli».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X