Siracusa, Archivio

Iacp, ad Avola crolla il soffitto di un appartamento «Da oltre un anno segnaliamo il pericolo»

L'intero solaio della stanza da bagno ha ceduto in due momenti diversi tra le 5 e le 8 a causa delle infiltrazioni d'acqua che da oltre un anno il proprietario ha segnalato all’Iacp

AVOLA. La tragedia è stata evitata solo perché il primo crollo del solaio è avvenuto nelle prime ore della giornata, quando fortunatamente nel bagno non c’era nessuno dei cinque componenti della famiglia. La paura però è stata tanta per il proprietario Paolo Pace e i familiari dell'alloggio, al primo piano della palazzina "A" delle case popolari di via Bernini, di fronte a piazza San Sebastiano. Quasi l'intero solaio della stanza da bagno, infatti, ha ceduto in due momenti diversi tra le 5 e le 8 a causa delle infiltrazioni d'acqua che da oltre un anno lo stesso proprietario segnala per iscritto e verbalmente all'ufficio tecnico dell'Istituto Autonomo Case Popolari di Siracusa. «L'ultima segnalazione, - dice Paolo Pace - l'ho fatta venerdì scorso all'Iacp, a Siracusa, dopo che il giorno prima era crollata parte del solaio del corridoio antistante il bagno. Ma nessuno si è fatto vedere per verificare la portata del cedimento». «Oggi il crollo più pericoloso dentro il bagno che ci ha fatto allarmare, è avvenuto in piena notte e nelle mattinata - raccontano il signor Pace ed il figlio -. A questo punto abbiamo deciso di fare intervenire i vigili del fuoco, vigili urbani e i tecnici comunali per accertare la sicurezza dell'alloggio. E dire che da più di un anno segnaliamo all'ufficio tecnico dell'Iacp le infiltrazioni d'acqua e la muffa comparsa nella stanza attigua e nel corridoio. Una volta sono venuti degli operai che hanno ispezionato il bagno dell'alloggio del piano superiore, riscontrando la rottura delle tubazioni, riparandone un pezzetto». Ieri dopo l'intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Noto, che hanno accertato il cedimento e la pericolosità assieme ai tecnici comunali, sono stati subito chiamati ad intervenire sul posto i tecnici dell'Iacp, arrivati in via Bernini intorno alle 10,30. Assieme ai pompieri e ai tecnici del Comune hanno accertato la causa del cedimento del soffitto (dovuta alle infiltrazioni d'acqua per la rottura delle tubazioni nel bagno dell'alloggio del secondo piano), dichiarando inagibile il servizio igienico. Oggi, hanno assicurato i tecnici Iacp, arriverà la ditta per gli interventi urgenti, i lavori comprendono anche lo stanzino del pianerottolo dove sono installati i contatori dell'energia elettrica della palazzina, il cui soffitto è in parte crollato da tempo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati