Capodanno, niente bus-navetta per chi è disabile

Siracusa, Archivio

MARZAMEMI. "Un bus navetta per garantire un capodanno a Marzamemi a tutti: tranne ai diversamente abili in carrozzina". Lo sfogo è di Gianni Pluchino, trentaquattrenne diversamente abile che da anni lotta per l'abbattimento delle barriere architettoniche ed il rispetto delle pari opportunità in città. Il 31 dicembre ha scritto una lettera indirizzata al sindaco, Paolo Bonaiuto, e all'assessore ai Servizi sociali, Tony Cirinnà, lamentando il mancato rispetto dei portatori di disabilità fisica. "Premetto che - ha raccontato Pluchino - ritengo meritoria l'iniziativa di istituire un bus navetta a disposizione dei cittadini che vogliono spostarsi da Pachino a Marzamemi e viceversa, che è stata al servizio di chi ha trascorso il capodanno nel borgo marinaro. Ma voglio ricordare all'amministrazione che la stessa opportunità non viene data a chi, come me, è costretto a muoversi con una sedia a rotelle".


Ed è una problematica che il trentaquattrenne ha già fatto emergere diverse volte, perché non esiste in città un servizio navetta con il borgo marinaro destinato ai diversamente abili in carrozzina. Diverse sono state le richieste fatte da Pluchino al Comune riferite, soprattutto, al periodo estivo ed ai finesettimana, non andate sino ad ora a buon fine. Perché ogni qual volta che il servizio è stato attivato non è stato previsto il bus adatto ai diversamente abili in carrozzina. "Pertanto - ha proseguito Gianni Pluchino -, mi tocca stare a casa per l'indisponibilità degli amici che mi aiutano. È assurdo che per spostarmi devo sempre aspettare qualcuno che mi accompagni in auto. Noi disabili, che dovremmo essere presi per primi in considerazione, veniamo sempre emarginati".


Adesso Gianni è disposto ad avviare una vera e propria battaglia. "Voglio anche io essere autonomo - ha continuato il trentaquattrenne - e mi auguro che per il futuro il Comune, nel programmare qualsiasi iniziativa, garantisca le esigenze e necessità di tutti". L'assessore ai Servizi sociali, Tony Cirinnà, ha promesso un impegno più incisivo da parte dell'amministrazione. "Conosco Gianni - ha detto Cirinnà - ed ha tutte le ragioni del case. Mi spiace per quanto accaduto e, comunque, se avesse sollecitato prima ci saremmo organizzati diversamente". Cirinnà ha annunciato che l'amministrazione sta acquistando un bus idoneo che sarà utilizzato dagli anziani e destinato anche ai diversamente abili e ad altri servizi. Se.Di.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X