Comune di Avola, il sindaco striglia i dipendenti «Nel 2014 serve più collaborazione»

Al tradizionale scambio di auguri ha partecipato pure don Giovanni Caruso che si è rivolto così ai dipendenti: «Siate sempre a disposizione degli altri»

AVOLA. «Il mio augurio è quello di essere uomini. Il sindaco ha parlato di servizio, ma il servizio è una forma di potere; il servizio è dare spazio agli altri, vedere di cosa può avere bisogno. Nella misura in cui si è uomini, cioè capaci di relazioni con gli altri, con le persone. Chi non è capace di mettersi in relaziona con gli altri non è persona. La persona è capacità di rapporto con gli altri. L'importante è parlare. Sappiate essere capaci sempre di situazioni positive per gli altri». Più che una premessa alla benedizione che ha fatto seguito subito dopo l'intervento, quella di don Giovanni Caruso, parroco della chiesa di Santa Venera, è stata un momento di riflessione e di appello allo stesso tempo agli amministratori comunali, sindaco e assessori, e ai dipendenti comunali presenti all'incontro nella «Sala Frateantonio» a palazzo di città per i tradizionali auguri di buone feste da parte del sindaco Luca Cannata, degli assessori e del presidente dell'assemblea civica Adriano Canonico. Un tradizionale appuntamento che il sindaco Cannata e i suoi assessori hanno voluto rinnovare alla vigilia di Natale, cogliendo l'occasione per parlare dell'attività dell'anno che sta per finire, ritenuto «durissimo», e per annunciare progetti e programmi per il nuovo anno. Non senza qualche «tirata d'orecchie» allo stesso personale dipendente che spesso «lascia a desiderare nell'impegno lavorativo». Come il caso dichiarato che ormai non si trova quasi nessuno tra le figure con posizioni superiori di qualifica a firmare gli atti amministrativi, che per tale motivo vengono «autografati» dal sindaco. «Il mio augurio è, ovviamente, che nel 2014 possiamo realizzare assieme a tutti voi quegli obiettivi che noi ci siamo dati con il Piano triennale di riequilibrio e mi auguro in questo caso che la collaborazione possa essere sempre maggiore», è stato il passaggio conclusivo del sindaco prima degli auguri natalizi alla platea dei dipendi comunali di ruolo, lsu e Asu, aggiungendo poi in merito ai rapporti con gli amministratori, «molti cose vengono male interpretate, come il caso degli incentivi e l'integrazione che abbiamo dato ai lavoratori Lsu, e non ai contrattisti e dipendenti di ruolo. Nel 2014, se ci sarà l'opportunità, faremo qualche concorso sia interno che per gli esterni, nel tentativo di stabilizzare il personale Lsu. Ci auguriamo che il 2014, traendo lezione da ciò che è stato quest'anno, come anno negativo, possa essere migliore e che possa esserci un atteggiamento collaborativo, di squadra, di famiglia, per servire meglio i cittadini».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X