Comune di Pachino, bufera sul viaggio a Malta Bruno e Midolo: «Tossani si dimetta»

PACHINO. Le due notti ”dorate” a Malta sono state tagliate dal finanziamento: Bruno e Midolo hanno chiesto le dimissioni dall'esecutivo e dall'aula consiliare di Patrizia Tossani. Si è arricchita di un ulteriore particolare la polemica esplosa da diversi giorni per un soggiorno del sindaco, Paolo Bonaiuto e dall'assessore, Patrizia Tossani, sull'isola dei Cavalieri, nell'ambito del progetto «Simbiotic Italia - Malta» per la riqualificazione e l'utilizzo del pantano Ponterio. Infatti, stando alla relazione del revisore contabile inviato dalla Regione negli uffici comunali, quei due soggiorni ed anche altre spese, per un totale di 11 mila 700 euro, non sono stati convalidati. «Una vicenda - ha dichiarato il consigliere comunale, Roberto Bruno -, in cui sono stato coinvolto assieme a Turi Midolo dalla stessa Tossani, durante l'ultima seduta consiliare».
Tossani sciorinò tutte le spese durante l'ultima seduta, confermando la legittimità di ogni attività dell'amministrazione. «Così abbiamo chiesto agli uffici comunali - hanno continuato Bruno e Midolo -, la relazione del revisore e abbiamo scoperto che non sono state ammesse a finanziamento spese per 11 mila 752 euro. Tra cui le due notti all'hotel Hilton di Malta, per un totale di 1870 euro». Tra le spese decurtate perché considerate dal revisore dei conti fuori dal budget, oltre le due notti all'hotel Hilton, per 300 euro a pernottamento a persona, ci sono anche altre spese che riguardano pasti, taxi la missione del novembre del 2012, per 3 mila euro, e il convegno del novembre 2013, per 600 euro. «Vogliamo capire - hanno detto Bruno e Midolo - se sono spese che cadranno sul Comune e a quale titolo. Chiedo le dimissioni dalla giunta e dal consiglio di Patrizia Tossani, e che queste somme vengano pagate da loro perché non hanno rispettato quanto previsto dal vademecum».
Stando a quanto previsto dai criteri del progetto, sarebbe stata necessaria una indagine di mercato da parte del Comune. «Ci troviamo - hanno continuato i due consiglieri comunali - di fronte al dramma di persone sussidiate dai Servizi sociali per la misera somma di 500 euro, che da sei mesi il Comune deve elargire e che rischiano di essere sbattuti fuori casa. E loro spendono in due notti due persone 1800 euro». I consiglieri chiederanno tutta la rendicontazione del progetto «Simbiotic Italia - Malta» che, comunque, verrà confermata definitivamente dall'autorità di gestione di Palermo. Perché la verifica del revisore contabile è solo il primo livello di controllo, nel secondo l'amministrazione comunale avrà la possibilità di presentare ulteriori documenti. L'assessore Patrizia Tossani si è riservata di replicare agli attacchi fatti dai consiglieri Roberto Bruno e Salvatore Midolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati