Rifiuti a Siracusa, scongiurato lo sciopero Accordo raggiunto fra il Comune e l’Igm

Slitta a gennaio la cassa integrazione per 28 dipendenti. Da marzo verrà assicurata la pulizia dei cassonetti

SIRACUSA. Evitato lo sciopero della raccolta dei rifiuti e l'avvio della cassa integrazione per i ventotto dipendenti dell'Igm che era stato preannunciato da oggi dall'azienda. La città tira un sospiro di sollievo dopo il ”braccio di ferro” tra Comune ed azienda che rischiava di provocare già dai prossimi giorni un'ondata di scioperi con la paralisi della raccolta dei rifiuti così come era avvenuto lo scorso anno a ridosso delle festività di Santa Lucia. La cassa integrazione scatterà per ventotto unità da gennaio e durerà tredici settimane, mentre il servizio di pulizia dei cassonetti verrà ripreso a partire dal mese di marzo. Questi sono stati i risultati raggiunti ieri mattina, nel corso della riunione convocata a palazzo Vermexio dal sindaco Giancarlo Garozzo, alla presenza dell'amministratore unico dell'Igm, Giulio Quercioli, ed ai segretari provinciali del settore Igiene ambientale della Cgil, Cisl e Fit, Uil, Ugl e Fiadel, rispettivamente Giovanni Marchese, Maurizio Fontana, Roberto Getulio, Salvatore Pollicita, Paolo Iacono e Piero Piazzese. 
UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati