Siracusa, Garozzo: «Aumentati i fondi per il sociale»

Presentato il bilancio di previsione. Il primo cittadino: «Abbiamo messo in ordine i conti senza fare tagli folli. Nel 2014 via a venti cantieri»
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Oltre quattro milioni di euro in più per le politiche sociali e una serie di misure prese per evitare nuovi rilievi della Corte dei conti. L’amministrazione comunale ha presentato ieri mattina in consiglio comunale il proprio bilancio di previsione 2013. E il sindaco Giancarlo Garozzo ci ha tenuto subito a chiarire che «non è stata fatta alcuna macelleria sociale» e che «questa amministrazione, pur trovando conti disastrosi, è riuscita a far quadrare conti ottenendo il parere favorevole dei revisori dei conti». L’assemblea del Vermexio, ieri mattina, ha poi approvato le scadenze per la presentazione degli emendamenti e per la discussione che dovrà portare all’approvazione del bilancio di previsione. I consiglieri avranno tempo fino alle 12 del 7 dicembre per presentare le proprie proposte di modifica mentre la discussione in aula è prevista il 17 dicembre alle 9,30. «In questo bilancio di previsione - ha dichiarato Garozzo - abbiamo potuto lavorare solo per mettere in ordine i conti evitando di produrre un libro dei sogni, come fatto in passato, ed eliminando gli investimenti che non possono essere realizzati». Due in particolare gli aspetti messi in evidenza dal sindaco, oltre alle maggiori risorse per i servizi sociali: i fondi di accantonamento e un programma di spending review dove sono indicati tutti i passaggi che il Vermexio effettuerà per razionalizzare le spese. Sui tributi Garozzo ha ribadito ancora una volta che «nel bilancio non avevamo inserito gli introiti dell’Imu calcolata al 6 per mille. Non vogliamo gravare sulle famiglie e abbiamo al contrario previsto ampie fasce di esenzione. Chi può deve pagare ma chi è in difficoltà avrà il sostegno del Comune». Il primo cittadino ha poi annunciato anche l’avvio di venti cantieri, nel 2014, compreso quello per la riqualificazione delle banchine del porto grande. In aula, Cetty Vinci della «Lista Mangiafico» ha espresso perplessità sulla decisione del Comune di accendere un mutuo per l’acquisto di immobili mentre Roberto Di Mauro di Forza Italia ha definito Garozzo «il mio sindaco, che ho votato alle elezioni» ricordando però all’amministrazione che «oggi si trova avvantaggiata dall’allentamento del patto di stabilità». «Su questo bilancio c’è poco da dire - ha dichiarato Tanino Firenze del ”Megafono” - ma a partire dal prossimo dobbiamo lavorare perchè il 2014 sia l’anno della svolta e affinchè siano spesi bene i fondi per il sociale». Fabio Rodante di «Progetto Siracusa» ha invece invitato la giunta a procedere con le gare d’appalto, soprattutto sul fronte dell’igiene urbana mentre Alberto Palestro di «Siracusa democratica» ha sollecitato più impegno sul fronte del lavoro e Antonio Grasso di «Garozzo sindaco» un maggiore sforzo per la revisione della spesa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X