Siracusa, Archivio

Siracusa, sì dai revisori al bilancio di previsione La Tares bloccata da 150 emendamenti

SIRACUSA. Liti, polemiche e due sospensioni ma il consiglio comunale non si pronuncia sul regolamento della Tares. A parlare è invece il Collegio dei revisori dei conti, presieduto da Giovanni Dimauro, che ha dato parere favorevole al bilancio di previsione 2013.
Nel provvedimento rilasciato proprio ieri dall’organismo si evidenzia come il Comune assunto “misure correttive” rispetto al bilancio di previsione 2012 e ai consuntivi 2011 e 2012, nei confronti dei quali era invece stato espresso parere contrario. In particolare, il Collegio ha evidenziato come l’amministrazione abbia avviato “la procedure di riaccertamento dei residui sia per il 2012 che per il 2013” e come “sia stato predisposto il piano per la rateizzazione dei debiti”. Non sono però mancate le raccomandazioni per il Vermexio con i revisori dei conti che hanno invitato a proseguire con “un percorso di gestione prudente” a “ottimizzare il percorso per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio” e a “valutare l’ipotesi di dismettere le partecipazioni dell’ente”. La seduta si è aperta con l’intervento del consiglio comunale dei ragazzi e con la relazione del difensore dei diritti dei bambini, Franco Sciuto. Proprio Sciuto ha nuovamente “bacchettato” l’amministrazione comunale sulle carenze legate alla vita dei ragazzi in città. Tra i nodi messi in evidenza da Sciuto “la mancanza di un ufficio per la dispersione scolastica”. Mentre Simona Princiotta ha ufficializzato l’abbandono del gruppo «Siracusa protagonista» e l’adesione al Partito democratico, in aula si è poi accesa la polemica sul regolamento della Tares. I consiglieri, però, non hanno nemmeno affrontato l’argomento perdendosi in discussioni e liti sulla decisione di rinviare o meno la trattazione del punto. Il capogruppo del Pd Francesco Pappalardo ha infatti chiesto di discutere degli altri punti all’ordine del giorno, primo fra tutti il regolamento delle unioni civili, per dare il tempo ai tecnici di rilasciare il parere sugli oltre 150 emendamenti presentati dai consiglieri per le norme sulla Tares. «È assurdo – ha detto Pappalardo – che nonostante il lavoro all’interno delle commissioni, ci si presenti in aula con tutti questi emendamenti». L’opposizione con Salvo Sorbello di «Progetto Siracusa» e Salvo Castagnino di «Siracusa protagonista» su tutti ha invece ribadito che “non c’è alcun bisogno di rinviare ma che il regolamento sulla Tares è una priorità per i cittadini”. In aula si è poi passati a discutere del regolamento sulle unioni civili con l’intervento dei rappresentati dell’Arcigay e dell’associazione «Glbt».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati