Noto punta forte sul turismo, un hotel di lusso in centro

Il Comune vuole trasformare l’ex scuola «Littara», domande entro fine mese

NOTO. Un hotel di lusso nel cuore della città, lungo l'aristocratica via Cavour, a una decina di metri dalla storica residenza della famiglia Nicolaci dei principi di Villadorata, e della Basilica Cattedrale. Per il momento solo l'immaginazione riesce a rimuovere l'ex complesso scolastico «Vincenzo Littara» e a mostrare una struttura alberghiera. Ma per il Comune di Noto - che ha già avviato l'iter - l'idea è proprio questa: fare del «Littara» (emblema della scuola di base della città, chiuso dal dicembre del 2004 a causa del crollo dell'intonaco dai bagni della materna), una struttura alberghiera idonea a conseguire una classificazione non inferiore a quella di hotel a quattro stelle lusso, con sessanta o più camere. «È nostra intenzione individuare un soggetto privato che possieda le necessarie capacità economiche e manifesti interesse a realizzare, nell'ex complesso scolastico, un albergo», dice Corrado Bonfanti, sindaco di Noto che guarda con interesse a gruppi «che abbiano comprovata esperienza nella gestione di hotel di tali categorie, preferibilmente affiliati a brand di riconosciuta importanza internazionale, in grado di incrementare la permanenza in città anche da parte di un turismo facoltoso, volano di un sicuro sviluppo economico per Noto e l'intero territorio». Una ricerca dai tempi molto ristretti: chi ha interesse deve presentare la proposta entro il 27 novembre. Tanti i motivi per investire nella città barocca. «Noto, iscritto nella World Heritage List dell'Unesco - afferma Bonfanti - rappresenta oggi una delle mete del Val di Noto più visitate dai turisti di tutto il mondo. La ricchezza del suo territorio, sotto l'aspetto monumentale, artistico, storico e paesaggistico, attira un turismo di qualità, competente e informato, desideroso di conoscere e studiare quell'immenso patrimonio culturale e naturale di cui Noto è dotata. La posizione geografica favorisce la possibilità di visitare, partendo da Noto, altre importanti città delle province di Siracusa e Ragusa». Il complesso di via Cavour, classificato con destinazione urbanistica «scuola», necessita di interventi di ristrutturazione che, insieme alla progettazione, saranno a carico del conduttore. «Il Comune - dice il sindaco - promuoverà la modifica dall'attuale destinazione d'uso a quella di struttura ricettiva alberghiera e procederà, quindi, alla locazione dell'immobile per nove anni, rinnovabili per altri nove».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati