Pd, è scontro aperto sul tesseramento In città «congelate» oltre 800 adesioni

SIRACUSA. Tensioni in via Socrate dove per tutta la giornata di ieri è stato un susseguirni di incontri, riunioni e soprattutto polemiche. In mattinata la segreteria cittadina convocata da Paolo Gulino si è riunita per validare le 1.150 tessere richieste in queste settimane. Ne sono state consegnate 311 facendo riferimento al tesseramento del 2011, le restanti oltre 800 sono state ”trattenute” alla luce della disputa sorta sulla competenza di chi doveva decidere se ammettere o meno i nuovi tesserati. Una parte della segreteria ha avocato a sè tale competenza, prendendo tra l’altro ad esempio quanto accaduto nei comuni della provincia. Ma altri hanno ricondotto le competenze all’assemblea cittadina, composta tra l’altro da un centinaio di esponenti del Pd che dovrebbe quindi essere convocata pronunciandosi su ogni singola richiesta di tesseramento. Procedure contestate e reputate illegittime. «Noi abbiamo consegnato gli elenchi - ha detto il segretario cittadino Paolo Gulino - e ritengo che adesso chi vuole contestare può presentare ricorso su ogni singola tessera richiesta ovviamente motivandole. Per me il tesseramento è valido». Dal segretario organizzativo del Pd Tony Gulino viene intanto con una nota ufficializzata la convocazione per martedì, a partire dalle 16 e fino alle 21 nel salone del Santuario della Madonna delle Lacrime dei congressi dei tre circoli cittadini: Akradina-Grottasanta, Epipoli-Tiche, e Ortigia-Neapolis-Santa Lucia. «Le operazioni di voto - ha specificato Tony Gulino - si svolgeranno a partire dalle 18 fino alle 20,30».
Nel primo pomeriggio un nuovo incontro al Pd. Questa volta a riunirsi, sempre sulla questione tesseramento, è stata la commissione provinciale del congresso dove ormai si parlano lingue diverse. Da una parte l’«Area Renzi» e «Innovazione» che sostengono la candidatura alla segreteria provinciale di Liddo Schiavo e dall’altra l’«Area Dem» e i bersaniani che sostengono quella di Carmen Castelluccio. L’ex segretario provinciale del partito, Giovanni Cafeo ha confermato l’invio a Roma, ai garanti nazionali, dei ricorso per l’annullamento del congresso provinciale, rigettato dalla commissione regionale, anche se con voto non unanime. Per il congresso provinciale Palermo invierà dei garanti. Attesi anche gli esiti dei ricorsi per i congressi di Carlentini e Lentini, mentre oggi sarà presentato quello per Priolo. Intanto è slittata ad oggi la conferenza stampa dei deputati del Pd. Bruno Marziano, Pippo Zappulla, Marika Cirone Di Marco e Sofia Amoddio si ritroveranno insieme alle 11,30 nella sede cittadina del partito per replicare alle accuse lanciate dai renziani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati