Siracusa, tassa di soggiorno per i turisti

La giunta vara il provvedimento: si pagherà da 1 a 2,50 euro in base alle strutture alberghiere. Ora si attende il via libera del Consiglio

SIRACUSA. Tassa di soggiorno sì ma con molte esenzioni, a cominciare dalle agevolazioni per gli sposi in viaggio di nozze. La giunta guidata da Giancarlo Garozzo ha approvato l’introduzione della tassa che entrerà in vigore una volta ottenuto il disco verde anche dal consiglio comunale.
Secondo quanto previsto dal Comune a pagare saranno i non residenti per un massimo di 4 pernottamenti.
L’esecutivo di palazzo Vermexio ha deciso di fissare suddividere le strutture presenti nel territorio in diverse fasce diversificando in questa maniera i prezzi.
Secondo quanto previsto nel provvedimento, negli alberghi si pagherà da 1 a 2,50 euro in base alle stelle, nei «B&B» e negli affittacamere da 1 a 2 euro, negli appartamenti per vacanze e nelle case per ferie 1,50 euro, nei residence da 1 a 1,50 euro e nei villaggi turistici da 1 a 2 euro.
UN SERVIZIO NELL’EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICIALIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati