Siracusa, Archivio

Siracusa, il «Di Natale» tra carenze e abbandono Castelluccio: bisogna invertire la rotta

SIRACUSA. Bagni inutilizzabili, manutenzione assente, una palestra con innumerevoli carenze. Passano i mesi ma le condizioni del campo scuola «Pippo Di Natale» sembrano rimanere deficitarie.
A testimoniarlo è stato il sopralluogo effettuato ieri mattina dalla commissione Sport, guidata da Carmen Castelluccio. I consiglieri hanno verificato le condizioni degli spogliatoi, piuttosto che del campo di calcio e della palestra dove, nonostante i tanti problemi, si continua a sfornare giovani «speranze».
«Purtroppo - ha detto Castelluccio - per certi versi ci troviamo davanti ad una situazione immutata. Non c'è stata alcuna miglioria e proprio per questo vogliamo capire quali siano i programmi per sanare queste lacune».
Uno dei nodi principali di tutta la questione è legata alla gestione dell'impianto di via Augusto. «Abbiamo già fissato un incontro con l'assessore comunale allo Sport, Mariagrazia Cavarra - ha aggiunto Castelluccio - È indispensabile una gestione più trasparente della struttura e bisogna anche capire se va costituito un nuovo comitato di gestione e verificare anche i rapporti tra le società che usufruiscono del campo scuola e l'amministrazione comunale».
Sotto questo profilo gli uffici del Vermexio stanno anche lavorando a un regolamento proprio per l'utilizzo dell'impianto sportivo. E proprio di strutture sportive si è discusso, tra liti e polemiche, nel consiglio comunale di martedì sera. Al termine di oltre due ore di dibattito non è stata presa alcuna decisione con il rinvio dell'atto di indirizzo presentato da Simona Princiotta di «Siracusa protagonista» al 28 novembre. Restano però le polemiche e ad attaccare la giunta è Massimo Milazzo, capogruppo di «Progetto Siracusa. «Va stigmatizzata - ha dichiarato Milazzo - l'abitudine del sindaco Giancarlo Garozzo e degli assessori di non presenziare ai lavori del consiglio comunale.
La giunta non è stata presente al completo nemmeno il giorno dell'insediamento del consiglio comunale. Questa è una grave mancanza di riguardo nei confronti di tutta l'assemblea». Per Cetty Vinci della «Lista Mangiafico» «l’ultima seduta ha lasciato aperta una ferita che sanguina sulla dignità del consiglio. Non si può far passare un modello di convivenza dove chi urla di più avrebbe maggiore autorevolezza. Basta con le sedute da avanspettacolo».
Il consiglio tornerà adesso a riunirsi lunedì 11 novembre per discutere del casello realizzato lungo l'autostrada per Gela. Il 14 novembre spazio al question time mentre il 20 novembre si parlerà di regolamento Tares, unioni civili, diritti dei bambini e regolamento sui controlli interni. Il 28 novembre invece dibattito su due piani di lottizzazione, revisione del piano regolatore e della gestione degli impianti sportivi. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati