Siracusa, Archivio

Spese di viaggio di sindaco e assessori, blitz della finanza al palazzo di città

A ordinare l’operazione è stata la Corte dei Conti: ai raggi x gli spostamenti fra Noto e Pachino di Bonaiuto

PACHINO. Blitz delle fiamme gialle al palazzo municipale: occhi puntati sulle "missioni" e le spese di viaggio del sindaco, Paolo Bonaiuto, ed anche di altri amministratori e funzionari. Giovedì pomeriggio la guardia di finanza è piombata nel palazzo municipale di via XXV Luglio per acquisire dall'ufficio Economato interi faldoni che riguardano parte delle missioni riferite alle trasferte istituzionali del primo cittadino, ed anche di altri amministratori.
A disporre l'acquisizione degli atti, determine e delibere, è stata la procura della Corte dei conti. Pare che si voglia fare chiarezza, soprattutto, circa la regolarità dell'iter amministrativo sulle visite a Malta legate alla collaborazione con il governo dell'Isola dei cavalieri nell'ambito del progetto Italia - Malta denominato "Simbiotic". Una stretta collaborazione finalizzata alla bonifica di un'area umida, quella del pantano Ponterio, per quel che riguarda gli interventi in territorio pachinese, e la piantumazione di intere aree nelle isole Calipsee. Un progetto durato due anni e concluso proprio lo scorso settembre, che ha visto gli amministratori pachinesi in visita a Malta e il governo dell'Isola dei cavalieri ospiti in città. Ma non solo. La procura della Corte dei conti palermitana sta anche verificando le spese dei viaggi del primo cittadino, Paolo Bonaiuto, residente in città ma domiciliato nel limitrofo comune di Noto. Più che altro l'organo di controllo vuole far luce sui rimborsi benzina legati al tratto Pachino - Noto.

IL SERVIZIO NELL’EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati