Asp, il comitato bioetico verso l’accorpamento

Completato con due nuove nomine l’organismo che coinvolge Siracusa, Ragusa e Catania

SIRACUSA. Un accorpamento dei comitati bioetici aziendali presenti in Sicilia. È la direttiva del ministero della Salute che porterà entro dicembre alla creazione di organismi unici per alcune province, e in particolare alla formazione di un unico comitato tra Siracusa, Ragusa e Catania. La direzione dell’Asp, in attesa dei provvedimenti che devono portare all’attuazione di questa indicazione, ha provveduto a sostituire due componenti del comitato, nominando Debora Sgarlata, già responsabile aziendale per la Farmacovigilanza come componente interno e Sergio Claudio, presidente della Società italiana di medicina generale, quale componente esterno, sostituendo così per la scadenza del mandato Antonino Scandurra, dirigente della Farmacia dell’ospedale e Biagio Scandurra, presidente provinciale dell’Ordine dei medici. Il comitato, presieduto da Filippo Drago, si occupa della valutazione delle terapie di sperimentazione dei farmaci. “Ce ne sarà uno che accorperà più aziende – conferma il direttore sanitario dell’Asp Anselmo Madeddu, componente del comitato – che si occuperà di queste funzioni e ci saranno anche rappresentanti della provincia”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X