Siracusa, un pescatore trova un cadavere dentro la rete

Tragica scoperta. Il corpo è decomposto, potrebbe essere di un migrante
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. A trovare il cadavere impigliato nella rete è stato un pescatore siracusano, Marcello Bianca, il padre del comandante del Fatima II, scomparso un anno e mezzo fa a bordo della sua barca al largo delle coste dell’isola di Creta. Era impegnato in una battuta di pesca, sul suo barcone, Stella del mare, a parecchie miglia dal litorale siracusano, insieme all’altro figlio e quando hanno tirato su la rete si sono accorti di quel corpo senza vita, in avanzato stato di decomposizione. Per qualche ora, i familiari, avvisati telefonicamente, hanno pensato che appartenesse al loro congiunto e si sono precipitati al Porto Grande dove la barca è arrivata intorno alle 20. GA.SC.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X