Suolo pubblico in Ortigia, multe per 3 locali

Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Un’operazione contro l’occupazione abusiva del suo pubblico è stata portata a termine dagli agenti della polizia municipale. I controlli si sono concentrati ad Ortigia e sono state quattro le attività commerciali prese di mira: solo una, un bar di piazza Pancali, aveva le carte in regola, anzi, secondo le verifiche compiute dagli investigatori, il proprietario non aveva sfruttato l’intero spazio a sua disposizione.


Un pub, ricavato in via XX Settembre, era, invece, privo di qualsiasi autorizzazione. Il gestore avrebbe sistemato all’aperto tavoli e sedie per i suoi clienti senza che il Comune ne fosse a conoscenza.


Il titolare di un bar, situato a largo XXV Luglio, si era ”allargato”: pur avendo ottenuto la concessione, avrebbe deciso, arbitrariamente, di aumentare i suoi confini. È quanto emerge dai controlli compiuto dalla polizia municipale che si è recata anche in via Trento, ispezionando un ristorante etnico.


Sembrava tutto a posto, infatti il proprietario aveva inoltrato agli uffici del Municipio la richiesta per l’occupazione del suolo pubblico, solo che avrebbe anticipato la risposta dell’amministrazione comunale. C’erano, a ridosso del suo locale, tavolini e sedie, senza esserne ancora autorizzato.


«Per ciascuno dei casi irregolari riscontrati il personale della polizia municipale, intervenuto nell'operazione, ha provveduto ad irrogare - fanno sapere dal comando della polizia municipale - le sanzioni previste dal codice della strada».


Le sanzioni, per il momento, ammontano a 150 euro, così come prevede il codice della strada, ma la partita è ancora lunga ed i trasgressori potrebbero pagare molto di più quando il Comune farà i conti. «Delle suddette violazioni saranno informati gli uffici del settore Commercio e del Centro storico - fanno sapere dal comando della polizia municipale - per la stesura delle relative ordinanze di rimessa in pristino a carico dei rispettivi diretti interessati, nei cui confronti - in caso di accertata inosservanza di tali provvedimenti emessi dall'autorità comunale - scatterà la denuncia all'autorità giudiziaria».


La vicenda, dunque, potrebbe finire al palazzo di giustizia mentre i trasgressori saranno costretti a liberare gli spazi occupati abusivamente. Il giro di vite non si arresterà, anzi gli agenti della polizia municipale, nelle prossime ore, saranno impegnati a compiere delle altre verifiche in tutto il centro storico. Nei mesi scorsi, nel mirino dei vigili urbani erano finiti gli ambulanti, per lo più stranieri, che stazionano ai piedi della Fontana Aretusa ed a piazza Duomo, ora sotto i riflettori sono finiti i commercianti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook