Duecento migranti soccorsi nel Canale di Sicilia, anche settanta bambini

Siracusa, Archivio

PALERMO. Nuovo intervento di soccorso nel Canale di Sicilia da parte della Guardia Costiera che ha tratto in salvo circa 200 profughi, tra i quali una settantina di bambini. Questa volta l'allarme è scattato in seguito ad una segnalazione effettuata da un aereo che, nel corso di un servzio di pattugliamento, ha avvistato ieri pomeriggio un barcone con migranti in difficoltà a circa 100 miglia a sud est di Siracusa. Sul posto sono stati dirottati dalla Centrale Operativa del Comando Generale della Guardia Costiera due mercantili che navigavano in zona e un pattugliatore rumeno impegnato in attività per l'Agenzia Europea Frontex, che hanno fornito la prima assistenza. E' stata inoltre disposta l'uscita da Catania di due motovedette della Guardia Costiera e richiesto l'intervento di un pattugliatore della Guardia di Finanza. A circa 50 miglia a sud di Siracusa, le unità hanno 'agganciato' il barcone in difficoltà effettuando il trasbordo dei migranti, approdati in nottata nel porto di Siracusa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati