Emergenza sbarchi, donna partorisce in ospedale dopo essere approdata al porto di Siracusa

Siracusa, Archivio

SIRACUSA.  Ha dato alla luce in mattinata  all'ospedale «Cannizzaro» di Catania una bambina, del peso di 2 chili e 600 grammi, la giovane donna siriana che si trovava su un barcone carico di migranti intercettato la scorsa notte a largo della costa siracusana.     La donna, in avanzato stato di gravidanza e che presentava una vistosa emorragia, era stata visitata dal medico di bordo della nave da crociera «Crown Princess» che incrociava in zona e che era stata allertata dalla sala operativa perché  fornisse assistenza.  Il medico aveva subito disposto il trasferimento della donna in ospedale. Con un elicottero è stata così condotta all'ospedale «Cannizzaro» dove alcune ore dopo il ricovero ha partorito. La puerpera e la neonata appaiono in buone condizioni di salute e dopo un periodo di osservazione sono state trasferite al reparto di neonatologia dello stesso nosocomio etneo.    La donna si trovava a bordo del barcone che era stato intercettato da  due unità navali della Guardia di Finanza al largo di Siracusa con a bordo 156 persone (e non 157 come inizialmente reso noto) :  si tratta di 94 uomini, 20 donne e 44 minori , che all'alba di oggi sono state condotte al porto grande di Siracusa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X