Immigrazione, in 320 soccorsi al largo delle coste siracusane

Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Sono arrivati al porto di Siracusa, su due motovedette della Guardia costiera, 227 migranti siriani, la metà dei quali bambini, alcuni anche in tenera età, soccorsi in nottata nel Canale di Sicilia. Si tratta di una parte dei 320 immigrati: gli altri - anche loro siriani e in piccola parte egiziani, a bordo di un mercantile - hanno fatto rotta su Pozzallo, nel Ragusano.

Tra gli immigrati giunti a Siracusa alcuni sono in osservazione in ospedale: un migrante ha una gamba fratturata e una donna è in stato di gravidanza. Il resto ha trovato la primissima assistenza a terra nel punto allestito della Croce rossa sul molo, dove gli spazi coperti e le tende sono raddoppiati, in considerazione dell'ingente numero di arrivi.

Avvistato nel tardo pomeriggio di ieri da un velivolo della Guardia costiera, il barcone è stato raggiunto intorno alle 22,30 a circa 60 miglia dalle coste siciliane dalla nave mercantile Bbc Island - in navigazione nelle vicinanze - dirottata dalla centrale operativa della Capitaneria di Roma per una prima assistenza, in attesa che le due motovedette dirottate da Portopalo di Capo Passero e Siracusa arrivassero nell'area. I migranti sono stati trasbordati sia sulle motovedette sia sul mercantile, operazione resa difficoltosa dalle avverse condizioni meteo-marine.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati