Ospedale «Rizza», crollano calcinacci Transennato l’ingresso del presidio

Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Transennato l'ingresso dell'ospedale «Alessandro Rizza» di viale Epipoli dove è crollata una parte del cornicione della facciata. Momenti di paura martedì quando una parte di intonaco è venuta giù, sfiorando una paziente che si trovava nell'area antistante il giardino. Sul posto una squadra dei vigili del fuoco che ha effettuato un sopralluogo insieme ad un impresa che ha provveduto a mettere in sicurezza l'ingresso della struttura ospedaliera, rimuovendo i detriti. In attesa che vengano predisposti gli interventi di manutenzione già predisposti dal commissario straordinario dell'Asp, Mario Zappia, è stato vietato il parcheggio sul piazzale, mentre resta regolarmente utilizzabile l'ingresso principale ai reparti. «Abbiamo assistito al crollo di una parte del cornicione - ha detto uno dei pazienti dell'ospedale Rizza, Sebastiano Annino - che solo per fortuna non ha colpito nessuno e non ha provocato danni ai mezzi parcheggiati sul piazzale. Già la scorsa settimana dopo le piogge si era verificato un piccolo crollo che martedì è stato più rilevante». Sullo stato di degrado dell'ospedale «Alessandro Rizza» è intervenuto per la federazione dei sindacati indipendenti, Corrado Barrotta. «Da tempo chiediamo alla direzione sanitaria di realizzare i necessari interventi di manutenzione - ha detto Barrotta - si spera che adesso si riesca a reperire le risorse necessarie per recuperare una struttura che ospita anche pazienti con gravi patologie. I calcinacci hanno sfiorato una paziente che è ricoverata nella residenza sanitaria assistenziale ed è salva per miracolo». Barrotta ha anche sollevato l'assenza di una segnaletica che indichi la presenza della guardia medica traferita da mesi dai padiglioni dell'ex ospedale neuropsichiatrico di contrada Pizzuta in viale Epipoli ed il guasto dei due ascensori all'interno dell'ospedale «Rizza» e riservati all'utenza. Il commissario straordinario dell'Asp, Mario Zappia ha intanto annunciato l'avvio di un sopralluogo da lunedì. «I danni provocati dalle infiltrazioni d'acqua sono consistenti - ha detto il commissario straordinario dell'Asp - avevamo svolto già alcuni mesi fa un altro intervento di manutenzione temporanea ed adesso provvederemo già all'inizio della prossima settimana per evitare nuovi crolli e verificare la disponibilità delle risorse da destinare a questi interventi».  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook