Augusta, attese di un anno per un esame al colon

Le segnalazioni di alcuni utenti rivoltisi al Cup. Il tribunale per i diritti: inammissibile. L’Asp: verificheremo
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Liste d'attesa lunghe per effettuare una colonscopia all'ospedale "Muscatello". Lo segnalano alcuni utenti che si sono rivolti agli sportelli del Cup del nosocomio cittadino per prenotare un esame, che potranno però effettuare solo l'anno prossimo a distanza di diversi mesi dalla richiesta. E comunque sempre oltre il termine massimo stabilito dal decreto assessoriale che approva il piano nazionale della Regione-Governo per le liste di attesa nel triennio 2011-2013 firmato dall'ex assessore regionale alla sanità, Massimo Russo e dall'allora dirigente Lucia Borsellino, adesso assessore, nel 2011. La prima segnalazione riguarda una prenotazione effettuata lo scorso 4 settembre al Cup, che ha indicato che la prima data disponibile per la colonscopia era al nosocomio di Avola per il 25 marzo prossimo, mentre all'ospedale "Muscatello" si sarebbe potuta effettuare solo il 12 settembre 2014. In entrambi i casi, visto che la priorità indicata dal medico di famiglia nella ricetta per la prenotazione era la lettera "P"che significa programmabile e da erogarsi cioè entro i 180 giorni dalla richiesta, si sono sforati i tempi di attesa, con 201 giorni l'ospedale di Avola e 371 per il nosocomio cittadino. "Questi tempi sono intollerabili per la prevenzione dei tumori o altre patologie. -dice l'utente- Si chiede alle autorità preposte di rispettare l'impegno assunto dal presidente della Regione di potenziare e completare la struttura dell'ospedale Muscatello di Augusta ed il completamento dell'organigramma sanitario".La seconda segnalazione riguarda sempre una colonscopia, la prenotazione porta la data del 4 settembre scorso e la prima disponibilità è stata al "Muscatello";, ma solo però il 25 marzo prossimo, anche in questo caso si sono sforati i tempi previsti visto che la priorità era la lettera "D",differibile, che prevede che la prestazione diagnostica strumentale si debba fare entro sessanta giorni dalla richiesta. Per un test cardiovascolare per sforzo una donna, invece, che ha presentato la richiesta lo scorso 30 giugno ha avuto la disponibilità di posto per il prossimo 7 maggio all'ospedale di Lentini e per il 14 maggio 2014 a quello di Augusta. Gli utenti hanno segnalato la questione al responsabile del tribunale per i diritti del malato, Domenico Fruciano che solleva "la questione della carenza del personale, visto che per esempio per la colonscopia c'è soltanto un medico che non può fare tutto";. Da parte sua l'Asp di Siracusa ha fatto sapere che oggi verificherà le segnalazioni con il Cup. 
CE.SA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook