Cittadella, danni al tetto degli spogliatoi È inagibile la piscina «Paolo Caldarella»

L’area sotto la tribuna è stata transennata. L’assessore Cavarra: «L’apertura rischia di slittare ad ottobre»

SIRACUSA. È crollata una parte del tetto degli spogliatoi della piscina Paolo Caldarella. La copertura che si trova proprio sotto la gradinata ha ceduto giovedì a causa delle infiltrazioni di acqua ed è stata transennata. Calcinacci e materiale vario sono sparsi all'interno dei locali riservati agli spogliatoi, rendendo inagibile questa parte dell'impianto. Adesso i tempi per l'apertura della piscina Paolo Caldarella, che resta chiusa dall'11 agosto per consentire lo svuotamento della vasca dove, tra l'altro, devono essere sostituite le piastrelle, potrebbero slittare a fine ottobre. Un'eventualità che costringerebbe le società di nuoto e pallanuoto a posticipare la preparazione o rivolgersi ad altri impianti privati. «È una possibilità che vogliamo escludere - ha detto l'assessore comunale allo Sport, Maria Grazia Cavarra - ma i danni accentuati anche dalle piogge degli ultimi giorni hanno aggravato una situazione che era già di piena emergenza. Da anni si è proceduto con interventi tampone ed è chiaro che adesso la situazione va rimessa in piedi ed anche in tempi rapidi. Per questo abbiamo già effettuato con i tecnici dell'ufficio Urbanistica un sopralluogo per valutare gli interventi da realizzare". Due le strade proposte dall'assessore. "Abbiamo già avviato una ricognizione per verificare se esistano risorse da destinare a questi lavori - ha detto l'assessore allo Sport - e in base all'effettiva disponibilità il Comune andrà ad operare. Non è una soluzione che potrà essere espletata in tempi rapidi. Per questo chiederemo al gestore che sarà scelto giovedì di tenere conto anche della possibilità di dover eseguire questi interventi". Intanto giovedì è in programma l'apertura delle buste con le offerte presentate dai quattro consorzi di società per la gestione provvisoria degli impianti della Cittadella dello Sport e per la palestra Akradina di via Damone. Una delle richieste è giunta dal consorzio di società che ha gestito fino a pochi giorni fa gli impianti sportivi quindi l'Ortigia, settore nuoto e pallanuoto, Aretusa Basket, Zecchino Pattinaggio e Medea Twirling. Le altre istanze sono state avanzate dal Match Ball, dall'Associazione sportiva dilettantistica Holimpia Siracusa, e dal gruppo di società che fanno riferimento alla Rari Nantes, Nuoto '95, Holimpia Pattinatori ed al Consorzio Associazioni Provincia Siracusa. Una deroga per l'utilizzo del palasport "Concetto Lo Bello" è stata concessa da parte dell'assessorato allo Sport per le due squadre che impegnate nella massima serie di pallamano e di calcio a cinque femminile, rispettivamente l'Albatro e Le Formiche.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X