I lavori al porto di Siracusa, Garozzo «chiama» il governatore

SIRACUSA. Una missione a Palermo con l’obiettivo di reperire le risorse necessarie a fare ripartire i lavori al Porto Grande. Potrebbe essere una settimana decisiva per gli interventi di riqualificazione delle banchine del Foro italico e del Molo Sant’Antonio. Viaggio a Palermo, domani, per il sindaco Giancarlo Garozzo che incontrerà i dirigenti della Regione. Sul tavolo ci sarà il progetto segnato negli ultimi anni da problemi, polemiche, sequestri e continui stop. «Mi auguro - ha dichiarato il sindaco - di poter avere ottime notizie dalla Regione». Lo scoglio più difficile, in tutta la vicenda, è il rientro dei cassoni che sono ancora nella zona industriale. I manufatti in cemento furono sequestrati dalla Procura per il sospetto che fossero stati realizzati con calcestruzzo depotenziato. Le perizie hanno poi dimostrato che invece i cassoni erano utilizzabili e adesso il problema è riportarli al Foro italico. Un’operazione, va detto, che andrà eseguita anche con le giuste condizioni atmosferiche e che potrebbe, per questo, slittare al prossimo anno. Nell’immediato, però, bisogna reperire i fondi. «È chiaro che abbiamo bisogno di un sostegno da parte della Regione - ha dichiarato il sindaco - perchè si tratta di una spesa importante». Il primo cittadino si dice comunque fiducioso. «Abbiamo riscontrato grande attenzione - ha dichiarato il sindaco - sia da parte del presidente della Regione, Rosario Crocetta sia dall’assessore regionale ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata». Su quei rapporti punterà l’amministrazione per poter finalmente dare il via ai lavori bloccati ormai da tempo ma necessari per il rilancio del territorio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati