Noto, scatta il servizio gratuito per i disabili Potranno assistere a «Effetto Noto»

Siracusa, Archivio

NOTO. «Ancora e sempre più a fianco dei diversamente abili». Questa è la politica dell’amministrazione comunale per dare sostegno ai disabili in questa calda stagione. Un sostegno importante seppure limitato al mese di agosto (c’è da fare i conti con il bilancio non ancora approvato per poter pensare a interventi più duraturi), ai diversabili che incontrano difficoltà a raggiungere il centro storico della città, dove sono in programma le manifestazioni di «Effetto Noto», il cartellone estivo ricco di spettacoli, mostre e serate culturali. Per loro c’è a disposizione un servizio di trasporto gratuito affidato ad una cooperativa che si occupa di assistenza domiciliare e lavora con il settore Welfare. Insomma, un posto d’onore in prima fila e con tanto di accompagnatori per consentire alle persone con difficoltà motorie, che necessitano di supporto mobile su ruote, di assistere agli spettacoli. «È sufficiente mettersi in contatto telefonico con gli uffici comunali per avere diritto alla prestazione gratuita: basta chiamare dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13, il numero 0931576001 e prenotare, anche il giorno prima, il servizio», spiega Corrado Bonfanti, sindaco di Noto. «Sarà compito del personale addetto andare a casa della persona e condurla nel luogo dello spettacolo. Al termine, il diversabile sarà riaccompagnato nella sua abitazione». Si tratta di un progetto già accolto con piacere e soddisfazione la scorsa estate e che ancora una volta, e sempre con maggiore attenzione, darà la possibilità a quanti hanno difficoltà a muoversi in carrozzina, specie di sera, di partecipare, superando antiche barriere architettoniche, agli eventi in programma negli angoli più suggestivi della città barocca.
«È fermo proposito di questa amministrazione estendere il servizio anche al mese di settembre, ma ciò potrà succedere solo dopo l'approvazione del bilancio. Il mio obiettivo - dice il sindaco - è ritagliare risorse finanziarie a favore di un servizio attivo più mesi all’anno e legato anche ad altri aspetti della vita quotidiana. Non solo eventi culturali, quindi, ma anche ordinarie attività, come fare la spesa e andare dal medico o in farmacia: il diversabile sarà assistito».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X