Acqua, bollette e allacci: tornano le polemiche a Pachino

PACHINO. Bollette con importi forfettari, nonostante le letture, e allacci con costi da capogiro. E tornano le polemiche nei confronti della società «Sai 8», che gestisce la rete idrica comunale da più di 3 anni. Negli ultimi giorni sono numerose le segnalazioni dei cittadini che riguardano le bollette ed i costi ancora una volta ”approssimativi”, nonostante le letture effettuate. O meglio, i tentativi di letture poiché i controlli dei contatori sono stati previsti a giugno e luglio con scarsi effetti prodotti a causa dell'eccessivo numero di abitazioni trovate chiuse: i pachinesi si sono trasferiti nelle villette estive delle contrade balneari. Resta aoerto anche il problema allacci: collegare un impianto idrico privato alla condotta pubblica, da quando è di esclusiva competenza della «Sai 8», ha costi che per gli utenti sono esagerati. Infatti, per allacciare una nuova utenza che nella maggior parte dei casi si concretizza nell'interrare un tubo di condotta dall'abitazione alla rete municipale, la «Sai 8» ha un diritto di esclusiva e quindi solo il personale può realizzare il lavoro, a differenza del passato che gli allacci potevano anche essere effettuati da ditte di fiducia. Non è un vantaggio fine a se stesso ma si tratta di una forma di precauzione per la «Sai 8», per evitare eventuali danneggiamenti della condotta causata da lavori realizzati da ditte private. È il costo del servizio che ”spaventa” i cittadini: per pochi metri di tubatura, dal pozzetto situato nella strada davanti casa sino alla porta d'ingresso dell'appartamento, la «Sai 8» ”chiede” di sborsare in alcuni casi anche più di mille euro. Se.Di.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook