Siracusa, Archivio

Immigrazione, due sbarchi nella notte nel Siracusano

Approdati 65 egiziani e 217 tra somali ed eritrei. Alcuni, una volta a terra, hanno eluso la sorveglianza e sono ricercati

SIRACUSA. Doppio sbarco la notte scorsa a Portopalo di Capo Passero, nel Siracusano: su due imbarcazioni, "scortate" dalle motovedette della Guardia Costiera che le avevano agganciate a largo, sono arrivati 65 egiziani e 217 tra somali ed eritrei. Buona parte di questi ultimi, una volta a terra, hanno eluso la sorveglianza e le forze dell'ordine li stanno cercando. Gli egiziani, tra i quali una ventina di minorenni, si trovavano su piccola imbarcazione in legno di una decina di metri, con iscrizioni in caratteri arabi lungo le fiancate, spinta da un moto fuoribordo di appena 50 cavalli. A lanciare l'allarme era stato l'equipaggio di un motopesca che aveva incrociato la barca, coperta con teli lungo tutto il perimetro, a circa 12 miglia a sud est di Capo Passero. I migranti sbarcati sono apparsi in buone condizioni anche se quattro sono stati condotti in ospedale per accertamenti. Appena a terra gli egiziani sono stati condotti al riparo sotto una tenda, attrezzata dalla Croce rossa nell'area antistante l'ex mercato ittico, nella stessa area del porto. In mattinata sono stati trasferiti al commissariato di polizia di Noto. A distanza di qualche ora è arrivato anche un secondo barcone, di circa 18 metri, sul quale si trovavano 217 fra eritrei e somali, tra i quali anche bambini e un neonato. L' aggancio da parte delle motovedette della Guardia costiera questa volta è avvenuto, sulla base di segnalazioni del sistema di monitoraggio in mare, a circa 48 miglia a sud est di Capo Passero. Stamane la maggior parte dei 217 è riuscita a eludere la sorveglianza e a far perdere le tracce. I circa 50 rimasti e gli altri via via rintracciati saranno condotti al commissariato della polizia di Noto. Il centro di accoglienza temporaneo del'ex istituto "Umberto I" di Siracusa è al collasso. Secondo quanto emerso dalle prime indagini del Gruppo investigativo interforze della Procura di Siracusa i migranti sarebbero partiti 3-4 giorni fa da un porto non distante da Tripoli, in Libia, pagando all'organizzazione

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati