Avola, appaltata la gestione del depuratore: servizio affidato a un’impresa vicentina

AVOLA. Gare di appaltato finalmente espletate e concluse con le aggiudicazioni al momento provvisorie, prima quella per lo smaltimento e trasporto dei fanghi, lunedì, e mercoledì con l’affidamento del servizio di avviamento e gestione temporaneo dell’impianto. Sembra infatti giunto alla fase conclusiva il lunghissimo iter burocratico, tecnico e amministrativo dell’impianto di depurazione delle acque reflue cittadino, i cui lavori vennero conclusi oltre un anno e mezzo fa e sette mesi addietro il collaudo tecnico “a freddo”, che adesso o quantomeno dopo i mesi estivi dovrebbe essere messo in funzione dall’amministrazione comunale che pensava di avviarlo prima di questa stagione estiva. Ma senza tenere conto dei possibili intoppi e problemi tecnici, così come è stato per la gara di appalto per l’affidamento temporaneo del servizio di avviamento e gestione dell’impianto, per la durata di nove mesi, che dalla data iniziale dell’espletamento (20-21 marzo scorso), è stata completata e definita soltanto il 3 luglio scorso con il verbale numero 4 dell’esito e verifica delle offerte anomale e aggiudicazione provvisoria. Con il verbale della commissione giudicatrice a firma del presidente Gaetano Brex, dirigente d’Area 4 Lavori pubblici, e i componenti Matteo Basile e Vincenzo Insenga (istruttori tecnici del Comune), si aggiudica il servizio di avviamento e gestione del depuratore di contrada Zuccara, tra le 13 imprese partecipanti alla seconda gara che non ha previsto l’esclusione automatica come quella inizialmente annullata in autotutela, all’Associazione Temporanea d’impresa formata dalla ditta Idrotecnica Srl (capogruppo) e la Envi. Se. P. ( mandataria), con sede in provincia di Vicenza, per l’importo complessivo compreso Iva di 440.672,11 euro, che ha praticato un’offerta al ribasso del 29,8420 per cento sul prezzo d’asta fissato in circa 513 mila euro. La seconda classificata è stata l’impresa Cassarà Srl. Il contratto d’appalto, tuttavia, comprende anche la formazione di sette-otto dipendenti comunali, i quali al termine della gestione privata dovrebbero provvedere al funzionamento per conto del Comune.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook