Augusta, superstite del Concordia in corsa per Miss Italia

Enlarge Dislarge
C’è anche Stefania Vincenzi, unadelle superstiti del naufragio della Costa Concordia, tra leaspiranti al titolo di Miss Italia. Stefania, 18 anni, è lafiglia di Maria Grazia Tricarichi, una delle due vittime il cuicorpo non è stato ancora trovato. «Rendo omaggio a undesiderio di mia mamma: eravamo d’accordo che a 18 anni avreipartecipato a Miss Italia e lei mi avrebbe seguito passo passo.Faccio tutto come se lei ci fosse ancora». «Ho superato un casting efarò le selezioni qui in Sicilia», dice Stefania nata ad Augusta e residente a Priolo, in provincia di Siracusa.La ragazza era insieme alla mamma sulla «Costa Concordia» lanotte della tragedia, il 13 gennaio dello scorso anno. Stefaniasi è salvata con il fidanzato, mentre la mamma ed una suaamica, Luisa Virzi, non ce l’hanno fatta. I quattro erano incrociera per festeggiare il cinquantesimo compleanno di MariaGrazia Trecarichi. L’idea di partecipare al concorsodi Miss Italia è maturato nella figlia e nella moglie MariaGrazia Tricarichi. Araccontarlo è Elio Vincenzi, il padre della giovane aspirantemiss, Stefania, che si è detto contento della scelta dellafiglia.«Eravamo in Comune a Priolo per preparare i documenti diidentità per il viaggio. Un impiegato comunale, che poi hosaputo che si era occupato in passato delle selezioni di MissItalia - racconta l’uomo - aveva notato Stefania e disse a miamoglie che la ragazza era molto carina e le chiese se aveva maipensato a farla partecipare al concorso. Mia moglie, da madre,fu molto lusingata da quel suggerimento. Ma allora Stefania eraminorenne. Così si ripromise di farla partecipare appena avessecompiuto 18 anni. Poi è successo quello che è successo - diceancora Elio Vincenzi, il corpo della cui moglie non è statoancora trovato - ma quest’anno Stefania ha deciso e io ne sonocontento».
C’è anche Stefania Vincenzi, unadelle superstiti del naufragio della Costa Concordia, tra leaspiranti al titolo di Miss Italia. Stefania, 18 anni, è lafiglia di Maria Grazia Tricarichi, una delle due vittime il cuicorpo non è stato ancora trovato. «Rendo omaggio a undesiderio di mia mamma: eravamo d’accordo che a 18 anni avreipartecipato a Miss Italia e lei mi avrebbe seguito passo passo.Faccio tutto come se lei ci fosse ancora». «Ho superato un casting efarò le selezioni qui in Sicilia», dice Stefania nata ad Augusta e residente a Priolo, in provincia di Siracusa.La ragazza era insieme alla mamma sulla «Costa Concordia» lanotte della tragedia, il 13 gennaio dello scorso anno. Stefaniasi è salvata con il fidanzato, mentre la mamma ed una suaamica, Luisa Virzi, non ce l’hanno fatta. I quattro erano incrociera per festeggiare il cinquantesimo compleanno di MariaGrazia Trecarichi. L’idea di partecipare al concorsodi Miss Italia è maturato nella figlia e nella moglie MariaGrazia Tricarichi. Araccontarlo è Elio Vincenzi, il padre della giovane aspirantemiss, Stefania, che si è detto contento della scelta dellafiglia.«Eravamo in Comune a Priolo per preparare i documenti diidentità per il viaggio. Un impiegato comunale, che poi hosaputo che si era occupato in passato delle selezioni di MissItalia - racconta l’uomo - aveva notato Stefania e disse a miamoglie che la ragazza era molto carina e le chiese se aveva maipensato a farla partecipare al concorso. Mia moglie, da madre,fu molto lusingata da quel suggerimento. Ma allora Stefania eraminorenne. Così si ripromise di farla partecipare appena avessecompiuto 18 anni. Poi è successo quello che è successo - diceancora Elio Vincenzi, il corpo della cui moglie non è statoancora trovato - ma quest’anno Stefania ha deciso e io ne sonocontento».