Pachino, l’accesso di automobili a Marzamemi sarà regolato con una serie di sbarre

Si è parlato a lungo in Consiglio comunale della situazione dell’area. Proteste per alcune giostre

PACHINO. Le sbarre per chiudere il centro storico di Marzamemi, la ridefinizione delle aree mercatali e un "no" secco alle giostre nelle aree demaniali. Non è stato votato il rendiconto di gestione del 2012, perché è venuto meno il numero legale, ma sono stati messi dei "paletti" dal consiglio comunale sulla gestione del borgo marinaro, soprattutto, con riferimento alle attività estive.
A scatenare la polemica sulle giostre e autoscontri che sono stati installati lungo viale Jonio, in un terreno demaniale affidato in concessione ad una ditta, è stato il consigliere del Pd, Roberto Bruno.
"Un ottovolante - ha ironizzato Bruno -, atterrato nel cuore de borgo marinaro. Un pugno dello stomaco della frazione: attendo che vengano presi seri provvedimenti". Ed il primo provvedimento è stato preso dai consiglieri nella seduta di lunedì: Patrizia Tossani ha proposto una risoluzione, votata all'unanimità, con cui il Comune vieta qualunque attività ludica sul demanio marittimo, riferita all'installazione di giostre e giochi, ad esclusione delle attività culturali.
Polemiche anche riguardo alla cabina elettrica installata nel borgo marinaro ma non ancora attiva. "I commercianti - ha continuato Bruno -, hanno subito gravi danni a causa degli sbalzi di tensione. Ci auguriamo che presto possa essere attivata".
Il sindaco, Paolo Bonaiuto, ha garantito l'attivazione entro la prossima settimana. Inoltre sono emerse variazioni delle aree mercatali del centro storico, soprattutto con riferimento a quelle di piazza Regina Margherita e i vicoli Santa Chiara e Canossa, in passato destinate agli artigiani. "Abbiamo pensato - ha detto il sindaco -, di distribuire gli ambulanti, ma rimarranno sempre nel centro storico".
E poi le sbarre a Marzamemi. Per migliorare la sicurezza, risparmiare personale della polizia municipale e monitorare gli accessi al borgo marinaro, l'amministrazione ha pensato di regolare la zona a traffico limitato estiva con delle sbarre. Saranno installate all'inizio di via Marzamemi e in via Nuova all'altezza della guardia medica, funzioneranno con delle tessere magnetiche che verranno rilasciate ai residenti ed ai gestori dei locali del centro storico.
Non è mancata la polemica tra Paolo Bonaiuto e Giuseppe Poidomani, riguardo alle dimissioni del consigliere dalla giunta. Poi, i consiglieri di opposizione hanno abbandonato l'aula facendo venir meno il numero legale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati