Siracusa, i pendolari: "Ritardi sui treni regionali"

SIRACUSA. Ritardi per mezz'ora dei due treni regionali «34853» e «12835» che collegano Modica alla stazione centrale. A protestare ieri mattina è stato il componente del Comitato regionale dei pendolari, Sebastiano Insolia che ha registrato i disagi per l'utenza. «I due treni in partenza rispettivamente alle 7,15 ed alle 9,55 da Modica hanno portato trenta minuti di ritardo - ha detto Insolia - senza che venisse spiegata la motivazione. Questi inconvenienti si stanno riscontrando in maniera continuativa e gli utenti dimostrano adesso di preferire il trasferimento tra Modica e Siracusa in pullman. Chiediamo un confronto alla direzione regionale di Trenitalia per chiedere che il servizio venga migliorato già a partire dai prossimi giorni». Critiche che giungono anche da una delle viaggiatrici, Maria Scalia che ieri è partita in treno da Modica alle 7,45 rispetto all'orario fissato alle 7,15. «Ho dovuto chiedere un permesso al lavoro - ha detto Scalia - ma non è la prima volta che si verificano casi di questo genere. Vorremmo più tutele e un servizio più completo di quello che viene attualmente garantito». Intanto resta tesa la situazione tra gli addetti dell'indotto impegnati nelle operazioni di pulizia delle carrozze. Dopo l'affidamento dell'appalto all'impresa Magica Service di Palermo sono stati avviati i contratti di solidarietà per quattordici unità. «Abbiamo chiesto all'azienda - ha detto il segretario provinciale della Filt Cgil, Angelo Cifali - un incontro per garantire una continuità occupazionale anche a quei dipendenti che sono rimasti fuori nei mesi scorsi dal circuito produttivo con la corretta applicazione del contratto nazionale». Vi. Cor.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X