Siracusa, posto di vicesindaco: in corsa Moschella e Francesco Italia

SIRACUSA. In attesa che il nuovo sindaco Giancarlo Garozzo si insedi ufficialmente a palazzo Vermexio portandosi dietro gli otto nuovi assessori che lo affiancheranno nella difficile sfida del governo della città è chiaro che l’attenzione si sposta sui compiti e le deleghe che verranno affidate ai nuovi inquilini del Comune. Innanzitutto ci sarà una sorta di operazione ”accorpamento” visto che dagli uscenti 12 assessorati si passa agli attuali otto. Alcuni dei settori ”idealmente” vicini diventeranno un ”unicum”. A solleticare maggiore attenzione e curiosità è la designazione del vice sindaco. Giancarlo Garozzo, già da capogruppo del Pd in consiglio comunale ha più volte dato prova di non essere ”propenso” ad accettare richieste sebbene sia ”disponibile” ad ascoltare istanze specifiche. E non è escluso che possa essere lui, e solo lui, a indicare il nuovo vice sindaco. Sulla questione circolano ancora poche indiscrezioni e da quel che emerge i due nomi in campo per la vicesindacatura potrebbero essere quelli di Francesco Italia e Fabio Moschella. Assessori a cui tra l’altro potrebbero anche essere affidate deleghe strettamente connesse alla loro esperienza e professionalità. E così l’imprenditore agricolo Moschella potrebbe essere il nuovo assessore allo Sviluppo e al Bilancio, mentre Italia, l’imprenditore formatosi nella capitale lombarda potrebbe invece assumere il comando di un assessorato ”strategico” per lo sviluppo ma anche la rinascita della città come quello al Centro storico ed al Turismo. Per quanto riguarda il settore Cultura e spettacoli da indiscrezioni potrebbe essere affidato ad Alessio Lo Giudice mentre le Politiche sociali e l’assessorato di nuova ”ideazione” sul volontariato, con obiettivi mirati per sostenere quella parte della città in difficoltà, sarebbe in bilico tra Liddo Schiavo e l’insegnante di sostegno Silvana Gambuzza.Per chi resta fuori c’è anche l’assessorato ai Lavori pubblici. I settori legati al Commercio e alle Attività produttive potrebbero andare invece a Santi Pane mentre per l’Urbanistica il nome che circola è quello di Paolo Giansiracusa. Le Politiche giovanili e lo sport non è invece escluso vengano consegnate a Maria Grazia Cavarra. P. L.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook