Floridia, l’appello della madre di Milena: «Aiutatemi a trovare chi l’ha investita»

Le condizioni della trentacinquenne, ricoverata nel reparto di Terapia Intensiva dell'ospedale «Umberto I» di Siracusa, sono stazionarie ma la prognosi è ancora riservata

FLORIDIA. «Aiutatemi a trovare l'uomo che ha investito mia figlia». A parlare è Maria Sigona, madre di Milena Amenta, la trentacinquenne disabile travolta da uno scooter, sabato sera, mentre attraversava la strada in via De Amicis sorretta dalla madre. L'investitore non si è fermato a prestare soccorso, ma ha proseguito la sua corsa facendo perdere le proprie tracce. Le condizioni della trentacinquenne, ricoverata nel reparto di Terapia Intensiva dell'ospedale «Umberto I» di Siracusa, sono stazionarie, ma la prognosi è ancora riservata. Gli inquirenti stanno lavorando per identificare l'investitore. La madre, i familiari e gli amici di Milena Amenta chiedono a chiunque possa fornire informazioni che aiutino a far luce sull'accaduto. Lo fanno perchè non vogliono che il ”pirata” della strada rimanga impunito. «Vogliamo lanciare questo appello - spiega Maria Sigona - con la speranza che chi ha visto l'incidente o sappia qualcosa possa aiutarci a rintracciare questa persona. Confidiamo nella coscienza civica per ritrovare l'uomo che ha ridotto mia figlia in queste condizioni e ci auguriamo che episodi simili non si ripetano più». Nel raccontare l'episodio, Maria Sigona non riesce a trattenere l'emozione e con la voce rotta dal pianto aggiunge: «Tutto questo non è giusto, quell'uomo ci ha addirittura rimproverate prima di dileguarsi. Mi chiedo come faccia a non sentirsi in colpa per quello che ha fatto. Aiutatemi a trovarlo, è giusto che io sappia chi ha investito mia figlia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X