Rifiuti a Siracusa, raccolta a rilento e forti disagi: «La città sprofonda nella spazzatura»

Siracusa, Archivio

SIRACUSA. «La città sprofonda nella spazzatura». È la protesta dei cittadini, ormai esasperati da una carenza del servizio di raccolta e spazzamento delle strade, che nonostante le garanzie fornite dall'Igm e dai lavoratori, sta proseguendo. Le condizioni peggiori le vivono i residenti delle contrade Pizzuta e Mazzarrona dove i cassonetti sono sommersi da sacchetti e da inerti vari. In via Monti, via Gela, via Noto e via Salvo Randone le discariche sono ben visibili da giorni. «Dal giorno dello sciopero ad oggi la raccolta è andata avanti con lentezza - ha detto uno dei residenti della Pizzuta, Mario Di Benedetto - qui non si vede un operatore da giorni e le discariche come nel caso di via Luigi Monti e via Salvo Randone hanno occupato anche parte della strada. Chiediamo a questo punto l'intervento del Comune, iniziando a sanzionare l'azienda che non effettua un servizio puntuale e completo».

UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati