Detenuti sul palco e attori in platea ad Augusta

SIRACUSA. Detenuti sul palco e attori in platea. Si chiude così il progetto di educazione alla legalità portato avanti dal carcere di Augusta. I portoni della casa di reclusione di Brucoli (Sr) sono stati aperti per due giorni per ospitare il cast dell'Edipo Re e dell'Antigone in scena al Teatro Greco di Siracusa per il 49 ciclo di rappresentazioni classiche. Da Daniele Pecci a Ugo Pagliai, da Laura Marinoni a Isa Danieli e tutti gli interpreti delle due tragedie hanno assistito alla rappresentazione della commedia di Peppino De Filippo, "Quel bandito sono io", messa in scena da una compagnia teatrale inedita: 10 detenuti di alta sicurezza, due dei quali condannati all'ergastolo, e alcuni studenti della scuola Arangio Ruiz di Augusta, che hanno recitato insieme all'interno dell'istituto di sicurezza.    
La rappresentazione fa parte di un progetto di educazione alla legalità, ormai giunto al terzo anno, volto a creare una fruttuosa interazione tra carcere e società civile per trasformare la casa di reclusione di Augusta in un laboratorio di idee e cultura. Da ottobre a maggio, ogni settimana, gli studenti dell'Arangio Ruiz sono entrati nel carcere e hanno portato avanti una collaborazione con i detenuti. Il risultato é stato un prodotto artistico di qualità, una commedia di Peppino De Filippo rappresentata da un gruppo teatrale creato per l'occasione.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X