Siracusa, Archivio

Siracusa, contrada Tivoli: sospeso lo scuolabus

SIRACUSA. L’amministrazione comunale sospende il servizio ”scuolabus” in contrada Tivoli e i 22 alunni residenti del decimo istituto comprensivo «Giaracà» di via Asbesta rischiano di non terminare l’anno scolastico. A denunciare il disagio sono le stesse famiglie, molte delle quali privi di mezzi propri e senza un efficiente servizio di trasporto urbano per accompagnare i figli in città. Da qualche settimana, infatti, forse per ragioni economiche, è stato revocato il pulmino scolastico proprio a pochi giorni dalla fine delle lezioni e a ridosso degli esami. «Siamo totalmente isolati - spiega Liliana Cherubino residente a Tivoli e mamma - e costretti a tenere i figli a casa. Un limite al diritto allo studio. L’improvvisa sospensione del servizio ”scuolabus” ha messo in crisi le famiglie, molte delle quali senza mezzi propri ed in grosse difficoltà economiche. L’assistenza del Comune è stata di grande sostegno e non si può interrompere proprio alla fine dell’anno in un momento di scrutini e di esami». Ed intanto per gli oltre mille residenti di Tivoli, tutti in regola con i pagamenti di tasse ed oneri, l’assenza di trasporti non è l’unico problema. L’illuminazione pubblica carente, l’assenza di manutenzione delle strade ed i cumuli di rifiuti rendono la contrada, all’estrema periferia, da sempre poco vivibile e priva di tutto. «La provincia - ha aggiunto Cherubino - non provvede da anni alla manutenzione della tratta principale. Inoltre una regolazione errata del sistema automatico di illuminazione pubblica accende di giorno e spegne di notte i fari stradali. A niente sono serviti gli appelli ed i solleciti anche per una bonifica di molte zone completamente invase dai rifiuti». (*MB*)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati