Siracusa, Archivio

Revisori dei conti «cercansi» Bando al Comune di Agugusta

Chi volesse può presentare il curriculum, ma la Commissione sceglierà in autonomia

AUGUSTA. Scaduto da marzo scorso, a seguito del decreto di scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, l’incarico del collegio dei revisori dei conti, nominato dal consiglio comunale nel novembre di due anni fa, e che dovrà essere eletto quanto prima. In vista, infatti, ci sono importanti appuntamenti per la vita amministrativa del Comune come l’approvazione del bilancio di previsione 2013 e il consuntivo, che necessitano del via libera del collegio, anche se pare che per quest’ultimo documento finanziario già redatto, il vecchio collegio composto dal presidente Enrico Carrabino e dai revisori Carmelo Tringali e Antonio Vinci, avrebbe formulato qualche giorno fa il proprio parere, anche dopo la vacatio di 45 giorni, che può essere concessa al personale che cessa il suo incarico in conseguenza del commissariamento dell’Ente. E che può essere riconfermato, così come è successo, per esempio, per i cinque dirigenti dei settori del Comune.
Per la elezione del nuovo collegio, che rimarrà in carica nel triennio 2013-2015, la commissione prefettizia, che ha anche i poteri del consiglio comunale, ha emanato un avviso pubblico che scade lunedì prossimo e in cui si sottolinea che la nomina sia di sua esclusiva competenza. “La commissione straordinaria - si legge nell’avviso- ove lo riterrà opportuno potrà individuare i professionisti anche al di fuori delle istanze presentate, che hanno il solo ed esclusivo scopo di sottoporre alla commissione straordinaria una lista di possibili candidati”. La stessa commissione straordinaria stabilirà il compenso spettante ai tre tecnici, per i componenti eletti sarà richiesta l’informazione antimafia e l’efficacia l’elezione è condizionata al riscontro dell’insussistenza dei fattoti rilevanti ai fini dell’informazione antimafia. Sono incompatibili con la carica di revisore dei conti coloro che abbiano assunto incarichi di consulenza e collaborazione continuativa o rilevante nei due anni antecedenti l’incarico, quanti hanno avuto rapporti di lavoro subordinato o autonomo nei tre anni precedenti e coloro che siano stati amministratori nei tre anni precedenti.
E ieri le bandiere di palazzo di città sono state poste a mezz'asta in segno di lutto per il tragico incidente del porto di Genova. La commissione straordinaria ha accolto l’invito del consiglio dei ministri, in concomitanza con i funerali di Stato per le otto vittime”. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati