Raccolta dei rifiuti, intesa col Comune I sindacati «congelano» lo sciopero

Il vertice con l’Igm e i dirigenti del Vermexio chiuso con un accordo per il pagamento degli stipendi arretrati
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. È ripresa a pieno ritmo da ieri pomeriggio la raccolta dei rifiuti in città. Lo sciopero proclamato per lunedì dalle segreterie provinciali del settore ambiente di Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Fiadel è stato sospeso. Decisivo è stato l'impegno formalizzato dall'amministrazione comunale nel corso della riunione convocata ieri mattina in piazza Archimede dal prefetto Armando Gradone alla presenza del commissario straordinario del Comune, Alessandro Giacchetti, del dirigente del settore Ecologia, Gianni Monterosso, dell'amministratore unico dell'Igm, Giulio Quercioli e dei rappresentanti sindacali di categoria. Il prefetto ha chiesto di evitare conseguenze negative così come avvenuto nei giorni scorsi per l'igiene pubblica, anche in vista dell'arrivo del caldo ed ha sollecitato una soluzione della vertenza. Il vertice in Prefettura si è chiuso con l'accordo che prevede da parte del Comune il versamento entro mercoledì di un acconto di 500 mila euro del canone all'Igm che provvederà al pagamento degli stipendi ai 268 addetti. Risorse che, aggiunte ai 300 mila euro già liquidati dal Comune, consentiranno di coprire le spettanze relative al mese di marzo. Da parte del Comune, così come ha sottolineato il dirigente del settore Ambiente, Gianni Monterosso, è già stato avviato un confronto con il ministero delle Finanze e con la Regione per chiedere lo sblocco di un'ulteriore parte dei 6 milioni di euro di crediti vantati, così da garantire entro il 15 di questo mese, anche la copertura degli stipendi di aprile. L’Igm, attraverso il suo amministratore unico Giulio Quercioli, ha assicurato che le somme incassate saranno destinate in maniera prioritaria al pagamento degli stipendi. Già ieri le attività di svuotamento dei cassonetti per la raccolta differenziata e lo spazzamento delle strade, sono riprese regolarmente. Si mette fine all’emergenza rifiuti che ha contraddistinto l’ultima settimana con la presenza in tutte le zone della città di cassonetti colmi di spazzatura e discariche sorte in molte zone periferiche come Tremmilia, Villaggio Miano, Mazzarrona, e le zone balneari. Restano però cauti i sindacati. «Lo sciopero - ha spiegato il segretario provinciale della Funzione pubblica della Cgil, Franco Nardi - non è sospeso, ma solo rinviato. Prima vogliamo verificare che gli impegni assunti vengano mantenuti e gli stipendi versati entro metà della prossima settimana».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X