Lentini, aggressione ad una pensionata Ragazzo di 17 anni fermato per rapina

L’assalto nell’abitazione di una donna di 78 anni: ha forzato la finestra ed è riuscito a portare via oro e gioielli
Siracusa, Archivio

LENTINI. È stato tradito dal giubbotto e dalle scarpe che aveva lasciato accanto al divano dove era ritornato a dormire, subito dopo la rapina, messa a segno ai danni di una pensionata di Lentini. Con l'accusa di rapina aggravata e lesioni ai danni di una donna, i carabinieri di Lentini e del nucleo operativo di Augusta hanno arrestato N.M., 17 anni, vecchia conoscenza delle forze di polizia. Il minorenne la notte scorsa, insieme ad un complice poco dopo l'una avrebbe forzato la finestra del bagno dell'abitazione dell'anziana in via Torino, nel quartiere Quartarari. Il ladro, appena entrato in casa, ha iniziato a rovistare richiamando l'attenzione della pensionata, C.R., 78 anni, che non ha avuto il tempo rendersi conto di quello che stava succedendo nella sua abitazione. La donna è stata subito bloccata e immobilizzata, in modo tale da poter rovistare con più calma fra le stanze ed i cassetti. Il rapinatore, che non ha trovato denaro, le ha sottratto oggetti gioielli e diversi oggetti in oro ed è riuscito ad allentarsi dall'abitazione senza difficoltà. Durante la fuga il rapinatore ha smarrito parte della refurtiva. L'immediata richiesta di aiuto dell'anziana ed il tempestivo intervento dei carabinieri di Lentini e del nucleo radiomobile della compagnia di Augusta ha consentito, dopo gli accertamenti e il racconto della vittima, l'identificazione dell'autore della rapina e il recupero della refurtiva, che è stata restituita alla legittima proprietaria. La vittima è stata accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale di Lentini, dove i medici hanno riscontrato diverse ferite alle braccia e alle mani giudicate guaribili in sette giorni. Informato della vicenda il magistrato di turno della Procura dei minori di Catania, Valeria Perri, ha firmato l'ordine di arresto. Il minorenne è stato accompagnato in una casa famiglia della provincia di Catania. L'indagato, difeso dall'avvocato Alfio Bellardita, nei prossimi giorni comparirà davanti al gip per l’udienza di convalida dell'arresto. I carabinieri intanto proseguono le indagini per riuscire ad identificare il secondo rapinatore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X