Augusta, vigili urbani e lavori pubblici: in arrivo due consulenti esterni

Si tratta di personaggi già individuati dalla commissione straordinaria guidata da Maria Carmela Librizzi

AUGUSTA. Due esperti esterni coordineranno alcuni dei settori considerati determinanti per il buon andamento della macchina amministrativa. Si tratta di un ingegnere capo dell'ufficio tecnico del comune di Sant'Agata Li Battiati, in provincia di Catania, che avrà il compito di supervisionare il lavoro dei due settori più caldi per qualunque amministrazione, maggiormente per un Ente sciolto per infiltrazioni mafiose e della criminalità organizzata com'è Augusta, ovvero i Lavori pubblici e l'Urbanistica e che già ha preso visione e contatto con gli uffici della villa comunale.
E del comandante della polizia provinciale di Ragusa che sarà, invece, chiamato a collaborare per il buon andamento del comando dei vigili urbani, da sempre nell'occhio del ciclone per carenza di uomini e mezzi e per un servizio non sempre definito ottimale, anche dalla relazione prefettizia che ha portato allo svolgimento del consiglio comunale.
I due esperti nei prossimi giorni saranno formalmente incaricati dalla commissione straordinaria, che regge le sorti del Comune e che ha chiesto il loro aiuto per mandare avanti l'Ente.
"Ci stiamo avvalendo di due sovraordinati che svolgeranno un ruolo di collaborazione nei settori più importanti dell'amministrazione" ha dichiarato Maria Carmela Librizzi, prefetto della commissione che può disporre per tutta la durata del suo mandato di 18 mesi, prorogabile a 24, fino ad un massimo di tre consulenti esterni per contribuire al regolare svolgimento dell'attività amministrativa, a carico del ministero dell'Interno, così com'è a carico dello Stato è anche l'indennità spettante ai tre commissari che sostituiscono il sindaco, la giunta, il consiglio comunale. E che tra le varie problematiche da affrontare stanno anche cercando di trovare una soluzione per evitare il trasferimento, a Siracusa, dell'ufficio dell'agenzia delle entrate di contrada Cozzo Filonero, il cui accorpamento con la sede centrale è già previsto nel piano di riordino generale. L'accorpamento potrebbe essere parzialmente evitato qualora l'Ente individuasse dei locali comunali idonei ad accogliere almeno uno sportello.
Della questione, che era stata segnalata già nei mesi scorsi, si era occupato anche l'ex commissario regionale del Comune, Antonio La Mattina che si era detto disponibile a mettere a disposizione delle stanze che potrebbero così evitare agli augustani di doversi rivolgersi a Siracusa per qualunque pratica dell'ufficio in questione. La commissione sta vagliando la stessa possibilità e individuare dei locali anche per ospitare altre associazioni che ne hanno fatto richiesta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook