Igm, stipendi in ritardo Annunciato lo sciopero

La protesta indetta per il 6 maggio confermata ieri dai sindacati

SIRACUSA. Attività di raccolta ferma in città il 6 di maggio. Lo sciopero degli operatori ecologici è stato proclamato dalle segreterie provinciali dei settori igiene urbana di Cgil, Fit Cisl, Uil ed Ugl, che protestano contro il mancato versamento da parte dell'Igm delle spettanze relative alle mensilità di marzo.
La fermata è stata ribadita ieri nella prima assemblea svolta all'interno del cantiere dell'Igm, in viale Ermocrate ed avrà una sua gradualità nei prossimi giorni.
La mobilitazione si svolgerà a partire da oggi con due ore di blocco del servizio di raccolta dei rifiuti, in concomitanza alla convocazione di un'altra assemblea in cantiere che preve il confronto tra i lavoratori e i rappresentanti delle quattro organizzazioni sindacali. «Oltre allo stato di agitazione già in corso - ha spiegato il segretario della funzione pubblica della Cgil, Franco Nardi - si andrà a svolgere solo le attività indispensabili di raccolta dei rifiuti, senza prevedere spazzamento delle strade e svuotamento dei cassonetti per la differenziata. Comprendiamo il disagio della cittadinanza, ma era un passaggio obbligato visto che non c'è stata alcuna convocazione da parte del prefetto e non c'è stata neanche la liquidazione degli stipendi di marzo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X